25 February 2021

ICEBERG grande come il Molise pronto a staccarsi dall’ANTARTIDE

Il più grande iceberg mai staccatosi da una piattaforma polare, grande 5 mila chilometri quadrati (poco più del Molise), potrebbe presto andare alla deriva dell’Antartide. Secondo rilevazioni satellitari e in loco starebbe infatti per spezzarsi e collassare una parte della piattaforma di ghiaccio Larsen nella parte occidentale dell’Antartide a causa di una crepa che avanza velocemente.

Martin O’Leary, Adrian Luckman e il team del Midas spiegano sul blog del progetto che l’evento può accadere nell’arco di pochi mesi per la pressione di 175 chilometri di iceberg sui circa 20 chilometri che rimangono ancora attaccati alla piattaforma. La frattura del ghiaccio dipende da vari fattori, molti dei quali sconosciuti, spiega il team osservando che è difficile prevedere quando ci sarà il distacco., che dovrebbe avvenire senza grandi scossoni sulla superficie dell’oceano.

I ricercatori affermano che questa frattura sembra essersi sviluppata in molti decenni per cui avrebbe un’origine naturale dovuto al peso stesso della massa glaciale, tuttavia non sarebbe da escludere anche il contributo causato dal recente riscaldamento che in estate ha provocato la formazione di piccoli laghi da fusione sulla piattaforma Larsen C. In questa pagina potrete controllare in tempo reale l’andamento dei ghiacci polari. Gli stessi ricercatori ritengono che il distacco dell’iceberg non provocherà l’innalzamento del mare o comunque potrebbe essere nell’ordine di qualche millimetro all’anno. Il distacco dell’iceberg non metterebbe comunque a rischio la fauna locale, in particolare i pinguini.

Impressionanti le dimensioni della piattaforma: 5 mila chilometri quadrati, poco più grande del Molise dicevamo, con un bordo esterno di circa 200 metri di spessore e 20 metri di altezza più nove decimi che si trovano sott’acqua.

Report Luca Angelini

ICEBERG grande come il Molise pronto a staccarsi dall’ANTARTIDE