15 December 2018

Il CLIMA è veramente impazzito? Modi di dire (sbagliati)

Della serie “le parole sono importanti” vogliamo proseguire il discorso intrapreso qualche tempo fa proprio su queste pagine a proposito di quel bruttissimo modo di chiamare i nubifragi, utilizzando la perifrasi “bomba d’acqua“.

Ebbene dal tempo al clima poco cambia, a livello di terminologia mal utilizzata. Prima di tutto occorre rimarcare che tempo e clima sono infatti due ambiti distinti: il tempo è quello che fa oggi, il clima è il tempo che ha fatto negli ultimi mesi o anni. Ma, a proposito di clima; quante volte abbiamo sentito affermazioni dle tipo: “il clima è impazzito”.

E allora come stanno le cose, il clima è veramente impazzito?

La risposta è NO. Il clima non è impazzito, anche perchè le dinamiche atmosferiche che regolano lo stato del clima sono impersonali e non utilizzano l’uso della ragione, bensì poggiano le basi sulle leggi della meccanica e della termodinamica.

Allora siamo impazziti noi? Neanche.

Il problema sta a monte, ovvero risiede nella superficialità con la quale viene trattato questo argomento, superficialità che deriva anche dal fatto che tocca tutti e pertanto tutti si sentono in grado di dire la loro, quando invece la forbice che separa l’opinione pubblica dalla scienza è abissale. La mancanza di cultura su questa materia è abissale.

Dunque il clima non è impazzito, ma è “solo” cambiato. E non è il cambiamento il problema, ma la rapidità con la quale si sta manifestando. Da questa rapidità parte la percezione di un clima che non riconosciamo più. Dire che il clima è impazzito è un po’ come liquidare il problema lasciandolo al suo destino. Ma quel destino, che lo voglimo o no, include anche tutti noi.

Luca Angelini

Il CLIMA è veramente impazzito? Modi di dire (sbagliati)