22 November 2017

Il TEMPO fino alla metà di luglio e tendenza successiva, prime anticipazioni

L’assetto della circolazione generale  a livello emisferico ricalca quella tipica che solitamente si verifica in piena estate. Se in teoria dunque siamo perfettamente nella norma, in pratica i pregressi climatici stanno facendo di questo primo scorcio stagionale uno dei più caldi dopo il (quasi) irripetibile 2003.

La banda anticiclonica che cinge le latitudini subtropicali si trova sufficientemente espansa da abbracciare in tutta tranquillità l’intero bacino mediterraneo e anche i Paesi europei che sulle sue rive si affacciano, Italia compresa. Da qui la persistenza dell’aria calda che ci interessa.

Il limite di traccia entro il quale si posiziona invece il flusso perturbato facente capo alla circolazione polare si limita a lambire le latitudini poste intorno al cinquantesimo parallelo (oltralpe). Il bordo tra le due situazione si snoda in una serie di onde, poco marcate, che viaggiano entro un flusso disposto pressochè da ovest verso est. Ecco perchè l’aria fresca fatica a raggiungerci.

Solo sul finire della settimana un cavo d’onda un po’ più marcato pare destinato a lambire le nostre regioni orientali per finire poi sui Balcani. Al suo seguito l’aria fresca dovrebbe riuscire a penetrare sul nostro territorio, determinando un benefico calo delle temperature almeno per 2-3 giorni tra il 15 e il 17 luglio prossimi.

Ma veniamo ad un quadro previsionale sintetico giorno per giorno.

LUNEDI 10 tempo instabile lungo le aree alpine e prealpine, con qualche acquazzone o temporale possibile in giornata che, fatta eccezione per la fascia piemontese e settentrionale lombarda, difficilmente andrà a coinvolgere le zone di pianura. Altrove soleggiato, ma qualche banco nuvoloso in transito sulla Liguria con Libeccio e mare mosso. Temperature ovunque sopra la media, di poco al nord e sulle Isole Maggiori, di diversi gradi al centro-sud peninsulare.

MARTEDI 11 al nord alternanza di annuvolamenti e schiarite. Qualche rovescio o temporale non escluso in giornata, più probabile su fascia alpina e pedemontana lombardo-veneta. Temperature in aumento sulle Isole, stazionarie altrove.

MERCOLEDI 12 prevalenza di sole ovunque, ma con possibili locali temporali di calore pomeridiani sulle Alpi orientali. Caldo ovunque, con valori sopra la media anche di diversi gradi, ma in un contesto abbastanza ventilato.

LA TENDENZA SUCCESSIVA giovedì 13 sole pieno ovunque, venerdì 14 qualche temporale in serata sul Triveneto, seguito da aria fresca che nel weekend si porterà lungo l’Adriatico determinando una rinfrescata che dovrebbe poi interessare tutto il nostro Paese. Qualche acquazzone possibile sabato 15 sulle regioni del basso versante adriatico (da confermare). Domenica 16 probabilmente soleggiata e gradevole.

Luca Angelini