25 November 2020

Il vortice centrato sull’Italia, ecco come la vede la Protezione Civile

 

A integrazione e ufficializzazione del profilo previsionale presentato nel nostro precedente editoriale, vi forniamo qui il Bollettino di Vigilanza emesso dalla Protezione Civile per la giornata di SABATO 2 DICEMBRE.

Precipitazioni:
– sparse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, sui settori tirrenici della Toscana e del Lazio, specie lungo i settori costieri, con quantitativi cumulati puntualmente moderati.

– sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, sulle regioni meridionali e su Romagna, Marche, settori adriatici e meridionali dell’Abruzzo, Molise, zone interne del Lazio meridionale e sulla Sardegna, con quantitativi cumulati generalmente deboli, fino a puntualmente moderati sui settori occidentali della Sardegna e su Marche meridionali, settori litoranei di Abruzzo e Molise, Puglia, settori tirrenici della Campania, settori tirrenici e ionici della Basilicata e su Calabria e Sicilia.

Nevicate: fino a quote di valle e pianura su Piemonte e Valle d’Aosta, con apporti al suolo moderati, fino ad abbondanti sul Piemonte sud-occidentale; al di sopra dei 100-300 m sulla Liguria, con sconfinamenti fino alla costa specie sul settore centro-occidentale, con apporti al suolo generalmente moderati, fino ad abbondanti sull’entroterra di Ponente; nelle prime ore fino a quote di valle/pianura su Emilia occidentale e settori alpini, prealpini e di pianura occidentale della Lombardia, in rapido esaurimento salvo fenomeni più persistenti sulla fascia collinare e appenninica emiliana, con apporti al suolo moderati su quest’ultima, deboli altrove; al di sopra dei 500-700 m sul versante toscano dell’Appennino settentrionale, con apporti al suolo da deboli a moderati; al di sopra dei 900-1000 m in serata sull’Appennino marchigiano e su quello di Abruzzo meridionale e Molise, con apporti al suolo moderati sui rilievi delle Marche meridionali, deboli sugli altri settori; al di sopra dei 700-900 m sui rilievi della Sardegna, con apporti al suolo da deboli a moderati.

Visibilità: nessun fenomeno significativo.

Temperature: senza variazioni significative.

Venti: da forti a burrasca nord-orientali su Liguria, Toscana centro-settentrionale, alto versante adriatico, Marche e lungo i crinali dell’Appennino settentrionale e umbro, con raffiche di burrasca forte su rilievi e capi esposti del Ponente ligure e sulle coste toscane; momentaneamente forti sud-orientali sui settori tirrenici di Toscana meridionale e Lazio; localmente forti nord-occidentali sulla Sardegna; tendenti a forti dai quadranti occidentali su Sicilia e Calabria.

Mari: agitati l’Adriatico settentrionale, il Mar Ligure ed il Mare di Sardegna, molto mossi i restanti bacini occidentali e meridionali.

Centro Funzionale Centrale della Protezione Civile Settore Meteo

Il vortice centrato sull’Italia, ecco come la vede la Protezione Civile