27 November 2020

Il vortice del 18-20 dicembre? Potrebbe prendere soprattutto le Isole Maggiori

Chi ci ha seguiti negli ultimi giorni sicuramente ricorderà che tra il weekend che stiamo trascorrendo e il 18-20 dicembre erano in programma due pulsazioni di aria fredda. La prima, come abbiamo avuto modo di constatare, è già transitata seppur, come era nelle previsioni, con conseguenze diverse da zona a zona.

Che fine ha fatto il secondo passaggio?

Le ultimissime elaborazioni numeriche confermano il distacco di un piccolo vortice dalla saccatura fredda principale proprio tra lunedì 18 e mercoledì 20 dicembre. Come possiamo notare dalla figura in alto (click per aprirla), la traiettoria di quest’ultimo è ben evidente e porterà il nocciolo freddo, e i fenomeni annessi, soprattutto il Sardegna.

Il grosso dei rovesci arriverà sull’Isola lunedì sera, dove avremo anche nevicate fino ad una quota stimata compresa tra 800 e 1.000 metri. Martedì la struttura ciclonica potrà insistere con ulteriori condizioni di instabilità accompagnate da aria fredda e da una rapida rotazione del vento dovuto al passaggio dell’occhio del vortice stesso.

Quest’ultima figura nel frattempo potrebbe dirigersi anche verso la Sicilia, anche se al momento la sua traiettoria precisa non è ancora ben inquadrabile. In ogni caso, se il disegno qui proposto andasse effettivamente in porto, tra martedì sera e la giornata di mercoledì, entrambe le nostre Isole Maggiori potrebbero risentire di condizioni atmosferiche instabili, con possibilità di rovesci e, oltre gli 800-1.000 metri, anche di nevicate.

Ne riparleremo, restate con noi!

Luca Angelini

Il vortice del 18-20 dicembre? Potrebbe prendere soprattutto le Isole Maggiori