21 January 2021

In attesa del FREDDO arriva il…. CALDO

spagCome sempre, gli annunci di gelo a distanza si moltiplicano. Ora, al di là delle procedure tecniche, di ambito strettamente meteorologico, anche un semplice ragionamento dovrebbe metterci in guardia e ricordarci che, per conoscere quello che verrà dopo, dovremmo prima capire cosa avverrà prima.

Nella fattispecie: è vero che le tendenze a lunga scadenza evidenziano una possibile caduta delle temperature su diversi Paesi dell’Europa e, probabilmente, anche dell’Italia (o di una parte di essa). Del resto non è qui il problema e anche in questo sito abbiamo introdotto a grandi linee questa possibile evoluzione.

Ma la tendenza a breve e media scadenza cosa ci propone? Ve lo dico subito: temperature in sensibile aumento e neve solo ad alta quota sulle Alpi. Andiamo dunque a capire perchè ancora una volta il termometro di quello che dovrebbe essere l’inverno, torna a salire negando di fatto un altro spicchio di stagione.

E’ presto detto: sotto la spinta di un’ansa anticiclonica posta alle latitudini groenlandesi, a ponte con un anticiclone in fase di esaurimento sulla regione scandinava, un ampio centro di bassa pressione scenderà di latitudine sull’Atlantico, sprofondando fino alle latitudini subtropicali. Qui aggancerà, manco a dirlo, aria mite che poi si inserirà entro il letto delle correnti occidentali, ben tese e dirette proprio sul Mediterraneo.

La successiva rotazione antioraria degli ingranaggi di collegamento tra il vortice atlantico e la campana anticiclonica nord-africana così strutturatasi, farà in modo che l’aria in arrivo sull’Italia sarà sempre più mite e accompagnerà le temperature al di sopra della media tra il 9 e il 13 gennaio.

Insomma quattro giorni pieni, quattro lunghissimi giorni di tepore fuori stagione e dopo (solo dopo) potremo finalmente concentrare tutti i nostri sforzi  sul passo successivo, ormai sufficientemente vicino da permetterci di non prendere gratuite cantonate.

Luca Angelini

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.