3 December 2020

Le stazioni meteo preferite dagli appassionati

Ionio: rischio TLC (ciclone tropicale) tra mercoledì 15 e giovedì 16 novembre!

Esaminando tutto il materiale modellistico messo a disposizione dai Centri di Calcolo emerge un processo alquanto interessante a carico del vortice freddo giunto in questi giorni sull’Italia. Dopo aver sorvolato i nostri mari, nasceranno forti contrasti verticali tra l’aria fredda contenuta da questa struttura e quella tiepida fornita dalle acque del Tirreno prima e dello Ionio poi. Il vortice, che nel frattempo rimarrà isolato dalla struttura madre, inizierà a perdere la sua fonte di energia (lo scontro tra aria calda  e fredda) e allineerà il suo asse in verticale a tutte le quote (situazione detta barotropica).

Dai contrasti verticali nasceranno invece strutture temporalesche anche di notevole intensità. Questi temporali, sfruttando il ricarico caldo-umido e il calore latente sprigionato dagli imponenti processi di condensazione, inizieranno a riscaldare il cuore del vortice a partire dai bassi strati. Lo si evince dalla figura in alto, dove è rappresentato il campo della temperatura potenziale equivalente a 850hPa (circa 1.500 metri di quota).

La temperatura potenziale equivalente, nota come Theta-E è un parametro che, semplificando, indica in valore assoluto la qualità della massa d’aria coinvolta in termini di temperatura e di umidità. In questa figura si nota bene il cuore caldo di questo ciclone; un TLC, ovvero un ciclone tropicale mediterraneo, che potrebbe prender forma mercoledì sulle acque dello Ionio meridionale a sud-est della Sicilia, per poi procedere lentamente verso lo Ionio settentrionale e deviare verso le coste occidentali greche indebolendosi nel corso del weekend.

Ancora incerte le eventuali conseguenze sulle nostre regioni meridionali più prossime al vortice. Le approfondiremo nei prossimi aggiornamenti.

Luca Angelini 

Ionio: rischio TLC (ciclone tropicale) tra mercoledì 15 e giovedì 16 novembre!