28 October 2020

Italia spazzata dal VENTO per 24 ore

Torna a far parlare di sè il vento forte che interesserà tutta l’Italia (nessuno escluso) nella giornata di mercoledì 26 febbraio.

Si tratterà di una corrente fredda proveniente dal Labrador (origine artico-marittima) che subirà accelerazioni, deviazioni e anche manipolazioni da parte dell’arco alpino che si troveranno in prima linea a prendersi addosso la nuova massa d’aria.

Vento forte dunque nelle prossime ore, vento di Maestrale che potrà anche superare i 120 chilometri orari ad alta quota sulle Alpi (previste tormente di neve lungo la cresta di confine) e raggiungere gli 80-100 sulle cime appenniniche. Raffiche non indifferenti anche sul resto del Paese, specie in Sardegna, Toscana, Lazio, Marche e Abruzzo, in modo particolare nelle ore centrali della giornata.

Non dimentichiamo che per le aree padane, oltre alla benefica ripulita dell’aria, questo vento significherà un episodio di Foehn che, per quanto freddo, limiterà comunque la discesa delle temperature. Il calo avverrà infatti nella notte successiva, quella su giovedì 27. Su queste aree e alo sbocco delle valli alpine sono attese raffiche anche fino a 60-70 chilometri orari, con picco nelle ore centrali della giornata.

Un cenno ai nostri mari, che risponderanno tutti con un moto ondoso notevole per condizioni di burrasca e burrasca forte e possibilità di mareggiate lungo le coste del Livornese, quelle del Lazio, della Campania e, in Sardegna, lungo i litorali del Sassarese e dell’Oristanese (qui previste onde alte fino a 4-5 metri).

Luca Angelini

Powered by Siteground