25 November 2020

La marcia delle TEMPERATURE per tornare nella media (e anche superarla…)

Le ultime sacche di aria fredda ancora resistono, soprattutto al sud, dove è attiva una circolazione depressionaria che la richiama dalla regione balcanica, ma anche nelle vallate montane, soprattutto quelle interessate dalle recenti nevicate.

Nei prossimi giorni però qualcosa cambierà: anzitutto cambierà la circolazione generale, che vedrà la sostituzione di questa buccia fredda ormai invecchiata, con aria più temperata in arrivo dall’Atlantico. Questo non farà altro che determinare un generale aumento termico e condurre i valori delle nostre temperature intorno alla media.

Nella seconda parte della settimana poi le strade tra il nord e il sud dell’Italia si separeranno, anche se le modalità di questo nuovo cambiamento dipenderanno dall’affondo di una saccatura atlantica processo che al momento soggiace ad una notevole incertezza.

Le elaborazioni medie d’ensemble, ossia il quadro probabilistico medio, ci mostrano una possibile temporanea impennata delle temperature al centro-sud, con valori che potranno salire fino a 7-9°C rispetto all’andamento attuale e portarsi qualche grado sopra le media stagionale, tra il 29 e il 31 marzo, mentre si avrà una situazione pressochè invariata al nord, con valori pari o leggermente superiori alla media stessa, ma senza particolari scossoni.

Insomma, non farà più il freddo dei giorni scorsi, ma non arriveranno neanche i 30 gradi come qualcuno ha già sentenziato, dimostrando non solo poca professionalità, ma soprattutto poco rispetto per i propri lettori.

Luca Angelini

La marcia delle TEMPERATURE per tornare nella media (e anche superarla…)