19 November 2017

La Meteorologia: un sogno, una passione, un lavoro

La passione per la Meteorologia è un qualcosa che ti ritrovi dentro, nel DNA, è parte di te, riempe tutti i giorni della tua vita dal primo all’ultimo, occupa cuore, sensi e cervello. Ma se per un bambino può limitarsi a rimanere solo una “strana” passione, per un adulto (se tutto va bene) un tale slancio può dischiudere gli orizzonti di una tra le più affascinanti professioni del mondo, quella del Meteorologo.

  • Gli inizi

I primi testi di Meteorologia “Che tempo farà” di Edmondo Bernacca, ricevuto in regalo nel 1979 (a 10 anni) e “Meteorologia” di Gunter D. Roth nel 1984 sono state le fondamenta di un percorso di studi e formazione che ancora oggi è in continuo aggiornamento.

  • Gli studi

La Maturità Scientifica conseguita nel 1987 fu trampolino di lancio per l’Università. A quei tempi non esisteva la facoltà di Fisica dell’Atmosfera e Meteorologia, così ritenni di intraprendere gli studi alla Facoltà di Scienze Naturali presso l’Università Statale di Milano, mia città natale. Dopo tre anni di studi con diversi esami superati, la chiamata alle armi e il conseguente impegnativo arruolamento nel corpo della Polizia di Stato, interruppe la corsa verso la Laurea. Gli studi di Meteorologia però proseguirono in via continuativa da autodidatta su numerosi testi: Fisica dell’Atmosfera pubblicati dal Prof. Franco Prodi “Dinamica”, “Termodinamica”, Radiazione”, papers di vari autori di Fisica dell’Atmosfera, Meteorologia Sinottica, Meteorologia Tropicale, Dinamiche della Stratosfera, Dispense del corso di Laurea di Fisica dell’Atmosfera e Meteorologia secondo programma ministeriale della F.A.M Bologna, Manuale di Meteorologia Sinottico-Satellitare Satrep Online a cura di KNMI/ZAMG ed Eumetsat, trattato di Meteorologia Sinottico-Satellitare a cura del Ten. Col. Teodoro la Rocca Aeronautica Militare, linea completa Manuali di Meteorologia editi da Alpha Test a cura del Col. Mario Giuliacci, Meteorologia Generale Marittima ed Aerea di Paolo Stenner, Meteorologia Aeronautica di Roberto Tonelli e Paolo Belli, il tempo in montagna di Giovanni Kappenberger, abbonamento pluriannuale alla rivista “Nimbus”  e alla “Rivista di Meteorologia” dell’Aeronautica Militare e, ultimamente anche sui primi volumi della collana “Meteorologia” curata dal meteorologo Andrea Corigliano. L’assidua frequentazione del mondo alpinistico ha permesso di affinare in modo particolare lo studio sul campo della Meteorologia di Montagna.

  • I corsi

Non mancano numerosi corsi, che hanno ulteriormente affinato le conoscenze di base sulla materia che, come avrete capito e davvero molto vasta e complessa: Corsi sui fenomeni temporaleschi violenti “Stormvention” presso la sede del Centro Epson Meteo negli anni 2009, 2010 e 2011, corso di Meteorologia Tropicale con analisi del caso “Topics in Tropical Meteorology”, corso online di Meteorologia Tropicale con analisi del caso “Conceptual models of Tropical Waves”, superati con esito positivo certificato presso Met Ed-Comet, corso online di Meteorologia Sinottico-Satellitare con analisi del caso “Frontal Substructure Detection”, corso online di Meteorologia Sinottico-Satellitare con analisi del caso  “Rapid Cyclogenesis Kyrill”, superati con esito positivo certificato presso ZAMG/EUMETSAT. Corsi online di Meteorologia di Montagna con le seguenti analisi: “Mountain Waves”, “Flow interaction with Topograpgy”, “Gap Winds”, “Mountain-valley breezes”, superati con esito positivo certificato presso Met Ed-Comet/UCAR.  Frattanto risultava fondamentale la conoscenza di alcune applicazioni informatiche, tra le quali il “Digital Atmosphere” e il “Raob” per l’applicazione alla Meteorologia Operativa, e l'”MSG Data Manager” e il “SYS DVB”, per le ricezione professionale di immagini e prodotti satellitari sotto licenza Eumetsat.

  • Il lavoro

Non sono mancate anche le numerose esperienze lavorative quale “operaio della Meteo”, prima fra tutte quella che ha visto per oltre 7 anni, dal 2007 al 2014, la proficua collaborazione con l’azienda Meteoitalia, oggi divenuta MeteoLive, in qualità di analista, previsore e redattore di articoli. Con la medesima azienda, al fianco di Alessio Grosso e del Dott. Paolo Bonino, si annoverano anche diversi “Tour Meteo”: Relatore alla conferenza su Clima e Meteorologia a Villa d’Almè (Bg) con tesi su “Sinottica e previsioni operative”, relatore alla conferenza su Clima e Meteorologia a Monsumanno Terme (Pt) con una tesi su “Buco dell’Ozono”, relatore alla conferenza su Clima e Meteorologia a Lecco, con tesi sulla “Circolazione Generale dell’Atmosfera”, relatore alla conferenza su Clima e Meteorologia a Cernusco sul Naviglio (Mi) con tesi su “Sinottica e previsioni operative”.

  • Le collaborazioni

Di grande soddisfazione anche la collaborazione ad alcune iniziative poste in essere dall’Associazione Meteonetwork, tra le quali la partecipazione in qualità di relatore al corso sui fenomeni temporaleschi violenti “Stormvention” tenuto nel settembre del 2010 presso la sede del Centro Epson Meteo con tesi sulla “Tropical Plume”. La collaborazione proseguì nell’estate del 2009 con CESI Ricerca (Protezione Civile) per il monitoraggio e la descrizione del fenomeni temporaleschi in Lombardia, con competenza territoriale nel settore della provincia di Lodi e ancor oggi con il monitoraggio dei fenomeni temporaleschi violenti, in partecipazione alla rete di osservazione e raccolta dati posta in essere dal Thunderstorm Team. Tra il 2014 e il 2015 si sono aggiunte due nuove importanti collaborazioni, tra le quali spicca quella stretta con la prestigiosa Associazione Edmondo Bernacca, e quella perfezionata con il portale associativo di Meteonetwork.

  • Il web

Non poteva ora mancare la raccolta di tutto questo materiale e delle esperienze maturate in un progetto personale su web, il sito Meteobook, il cui scopo è quello di tradurre il rigoroso linguaggio della Scienza con quello comune della gente. In attesa dell’attestato di qualifica come Tecnico Meteorologo, Meteobook e il suo autore si prefiggono di portare avanti il difficile compito di una divulgazione semplice ma corretta, affinchè la Meteorologia possa diventare davvero una scienza alla portata di tutti.

  • Youtube

Associato al sito è anche un Canale Youtube, il primo tutto dedicato alla meteorologia, che comprende non solo le previsioni del momento, ma anche interessanti notazioni didattiche e una serie di mini-documentari utili per imparare in assoluta semplicità questa splendida scienza.

Un cordiale e sincero saluto.

Luca Angelini

La Meteorologia: un sogno, una passione, un lavoro

La Meteorologia: un sogno, una passione, un lavoro

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*