La NEVE in arrivo sabato: quote, accumuli e città interessate

Come ormai sappiamo, siamo in attesa di un vortice freddo che nel weekend porterà sull’Italia condizioni di tempo invernale. Se al nord si tratterà di freddo secco (a parte le aree alpine di confine), su diverse zone del centro-sud si avranno anche piogge e nevicate.

ACCUMULI NEVE SABATO: riguardo gli accumuli possiamo dire che la modellistica numerica ha stimato che in quota nelle aree dell’Appennino centrale potranno cadere nella sola giornata di sabato 26 febbraio fino a 60-70 centimetri di neve fresca. Questo avverrà principalmente in Abruzzo e Molise al di sopra dei 1.500 metri. Sulle altre aree interne e montuose, dalla Romagna alla Calabria, si stima invece che, alla stessa quota, possano accumularsi tra i 15 e i 30 centimetri, 10-15 centimetri su monti della Sicilia. Gli accumuli menzionati sono da intendersi indicativi e potenziali, mentre nella realtà i depositi varieranno molto da zona a zona anche in virtù dell’azione eolica operata dai forti venti che batteranno i crinali montuosi.

QUOTA MEDIA PREVISTA: per quanto riguarda le quote riteniamo possa fioccare a tratti fino a 400-600 metri sulla fascia appenninica dell’Emilia-Romagna, limite che scende intorno a 300-500 metri su Marche, est Umbria, Abruzzo, Molise, nord Puglia, e aree di confine con Lazio e Campania. Limite dapprima più elevato in Basilicata, Calabria e Sicilia (800-1.000 metri), in discesa poi nel corso della giornata fin verso i 400-500 metri in Basilicata, 500-600 metri in Calabria e Sicilia.

CITTA’ INTERESSATE: tra le città che potranno vedere i fiocchi (con o senza attecchimento o accumulo) menzioniamo Ascoli Piceno, Chieti, L’Aquila, Campobasso, Avellino e Potenza. Seguiranno comunque ulteriori aggiornamenti. Continuate a seguirci.

Luca Angelini