30 November 2020

La perturbazione di mercoledì 27, ecco cosa ci dobbiamo aspettare

COMMENTO GENERALE: l’aria si è già caricata di umidità e la prima delle due perturbazioni in programma a chiusura del lungo weekend natalizio ha già fatte sue diverse regioni del nostro Paese con nuvolaglia e, tra Lombardia, Liguria e Toscana, anche qualche pioggia.

Come da previsione sarà però la seconda perturbazione, quella attesa per mercoledì 27 a distribuire i fenomeni più significativi. Da tenere presente però che le correnti tese occidentali che la sospingeranno sull’Italia potranno rendere questo passaggio poco democratico in termini di precipitazioni, passaggio che si risolverà con i soliti contenti e scontenti.

LE PIOGGE: le precipitazioni più abbondanti si avranno sui seguenti settori: Valle d’Aosta occidentale, settori alpini e prealpini centro-orientali (Lombardia e Triveneto), con picchi anche notevoli su Friuli e Venezia Giulia, Levante ligure, Toscana, Umbria, Lazio Campania, Potentino, Calabria tirrenica e Sardegna.

Le precipitazioni potranno invece risultare scarse o addirittura assenti su basso Piemonte, pianura emiliano-romagnola, Marche, Abruzzo, Molise, Puglia, Materano e Calabria ionica.

Su tutti i settori non citati si avranno precipitazioni intermittenti di debole o al più moderata intensità. La cartina allegata in alto (fonte Meteonetwork, click per aprirla), riassume graficamente gli apporti piovosi stimati in 24 ore.

Quota NEVE. tra 700 e 1.000 metri su Alpi, Prealpi Appennino Ligure, 1.000-1.300 metri su Appennino Tosco-emiliano e Umbro-marchigiano, 1.400-1.600 metri sui rimanenti settori della dorsale appenninica centro-meridionale, 1.400 metri in Sardegna, ma con limite in calo sull’Isola fin verso gli 800 metri nella seconda parte della giornata.

VENTI fino a forti tra ovest e sud-ovest, ma con rotazione a Scirocco sulle Venezie e da est in val Padana. Tutti i mari saranno tra molto mossi e agitati. La cartina qui sopra ci indica la direzione e l’intensità del vento nelle ore centrali della giornata.

TEMPERATURE: in aumento al centro, al sud e sull’Emilia Romagna, in diminuzione verso sera in Sardegna.

LA TENDENZA PER GIOVEDI 28: tempo ancora instabile su tutto il territorio nazionale, con generale calo delle temperature.

Luca Angelini

La perturbazione di mercoledì 27, ecco cosa ci dobbiamo aspettare