27 November 2020

L’allerta della Protezione Civile per venerdì 11 marzo

Una nuova perturbazione, che dal Mediterraneo occidentale si sta spostando lentamente verso est, nei prossimi giorni porterà precipitazioni al centro-sud, coinvolgendo in particolare le aree ioniche.

AVVISI: l’avviso prevede precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o forte temporale, sulla Sicilia, in estensione a Sardegna, Calabria, Basilicata e Puglia, specie sui settori orientali. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, forti raffiche di vento e locali grandinate.

CRITICITA: sulla base dei fenomeni previsti è stata valutata per venerdì:

  • allerta arancione per l’intera fascia costiera delle Marche, per la Calabria Ionica e meridionale e per la Sicilia nord-orientale.
  • allerta gialla per i bacini montani dei fiumi romagnoli e per la pianura di Forlì e Ravenna in Emilia-Romagna, per le restanti zone di Marche, Calabria e Sicilia, per la Puglia centro-meridionale, la Basilicata e per la Sardegna orientale e meridionale.

PREVISIONI:

Precipitazioni:
– da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale forte, su Sicilia, Calabria, Basilicata e Puglia meridionale, con quantitativi cumulati moderati, localmente elevati su Calabria ionica e Sicilia nord-orientale;
– da isolate a sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, sul resto del sud, Sardegna, Molise, Abruzzo, Marche, Romagna, e settori più orientali di Lazio e Umbria, con quantitativi cumulati deboli, puntualmente moderati su Puglia centrale, Campania meridionale e Sardegna orientale.
Nevicate: sull’Appennino centrale quota neve al di sopra dei 1000-1200 metri
Visibilità: nessun fenomeno significativo.
Temperature: senza variazioni significative.
Venti: localmente forti nord-orientali su Liguria, Toscana, Sardegna, Campania ed alto Lazio; localmente forti sud-orientali su Sicilia, Calabria, Basilicata, Puglia.
Mari: molto mossi il Mare e Canale di Sardegna e localmente i restanti bacini meridionali ed il Tirreno centrale.

Dipartimento della Protezione Civile Settore Meteo

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.