L’altra faccia dell’anticiclone sul tempo del fine settimana

Prova e riprova, alla fine la figura di bel tempo più amata dagli Italiani, il celebre anticiclone delle Azzorre, ce la farà e si stenderà con le sue ali di farfalla sul bacino del Mediterraneo. Il disegno andrà completandosi nella seconda parte della settimana proponendosi sia al livello del mare, sia in quota.

Non è difficile immaginare che una tale situazione giova ad una generale stabilizzazione atmosferica il che si traduce in condizioni di tempo per gran parte soleggiato su tutta l’Italia tra giovedì e sabato.

Entrando però un po’ più nel dettaglio si nota che in quota il tessuto dell’alta pressione mostra in realtà una evidente smagliatura. Un vecchio cut-off, ossia un nucleo di relativa bassa pressione, isolato dalla circolazione principale ma comunque ancora contraddistinto dalla presenza di un nocciolo di aria fresca in quota, si porterà dal vicino Atlantico sulla penisola Iberica tra mercoledì 6 e giovedì 7 luglio.

In questo modo l’anticiclone verrà disturbato proprio nel mezzo e andrà temporaneamente a plasmare due diaframmi dei quali, quello orientale si porterà sull’Italia generando tra mercoledì e venerdì non solo condizioni di tempo soleggiato, ma anche un aumento delle temperature al di sopra della media.

Nel corso del fine settimana poi il nocciolo fresco in quota sorvolerà le nostre regioni centro-settentrionali, dove andrà probabilmente ad attivare qualche nota di instabilità. Dunque, soprattutto nel corso della giornata di domenica 10 luglio, potremo avere nuovamente a che fare con qualche manifestazione temporalesca, soprattutto pomeridiana e serale al nord e lungo l’Appennino.

Le elaborazioni numeriche successive poi, analizzate in chiave probabilistica, sembrano puntare sul riassorbimento di questo modesto centro di bassa pressione da parte del vortice d’Islanda, il che fa propendere per la rotazione delle correnti che sull’Italia nei primi giorni della prossima settimana (a partire dal lunedì 11 luglio) si disporranno da sud-ovest trasportando aria via via più umida con possibile ulteriore accentuazione dell’instabilità atmosferica e della relativa probabilità di temporali.

Naturalmente ne riparleremo.

Luca Angelini

L’altra faccia dell’anticiclone sul tempo del fine settimana

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.