25 June 2017

Le grandi NEVICATE sul nord Italia arrivano così…

Molti amici del nord Italia, infarciti a dovere dalle martellanti notizie che giungono a tambur battente dalle zone adriatiche e meridionali interessate dalle abbondanti nevicate degli ultimi giorni, si stanno chiedendo quando giungerà anche il loro turno, quando, in sostanza, arriverà una vera nevicata anche sulle nostre regioni settentrionali.

Non potendo rispondere a questa domanda, se non andando fuori scadenza massima, tengo comunque a sottolineare che l’attuale situazione riscontrata a livello sinottico –  ossia la circolazione delle masse d’aria a scala continentale –  non rappresenta le condizioni necessarie per lo sviluppo di estese e abbondanti nevicate sul nostro settentrione. Un anticiclone piazzato sul vicino Atlantico, pronto a “spanciare” verso la Spagna e la Francia sarà sempre un ostacolo alla neve, seppur favorevole all’introduzione sul bacino del Mediterraneo di aria comunque fredda. E’ la situazione attuale insomma.

Bene (si fa per dire), e allora quali sarebbero le condizioni favorevoli a questo fenomeno così tanto richiesto ormai latitante da alcuni anni?

Qualche suggerimento lo possiamo ricavare dagli eventi del passato, pur con tutte le varianti del caso visto che nessuna situazione sarà mai identica ad un’altra. Fatto sta che i massimi di alta pressione dovrebbero levare le tende dal vicino Atlantico e disporsi molto più a nord, andando ad occupare la porzione compresa tra la Groenlandia, l’Islanda e la penisola Scandinava. Serve un ponte di alta pressione conosciuto tecnicamente come ponte di Weikoff (figura in alto, click per aprirla).

Solo in questo modo si realizzerebbe lo scambio incrociato tra le correnti gelide continentali nei bassi strati (proprio quelle che ci hanno interessato negli ultimi giorni) e quelle meno fredde ma più umide provenienti dell’Atlantico in sovrascorrimento (che invece sono mancate). Queste ultime sono quindi il tassello mancante, quello che necessiterebbe affinchè il gelo pellicolare non resti improduttivo.

E’ vano quindi rincorrere queste mezze occasioni, con minimi di pressione grandi poco più che mulinelli, senza un vero contrasto est-ovest e con un alta pressione che si mette sempre di mezzo, sperando in qualcosa che non sia una semplice spolverata. Inutile, serve cambiare completamente il quadro, la situazione, attendere quelle favorevoli vedi le due mappe proposte (click per aprirle). Fino ad allora non faremo altro che rincorrere il nulla con buona pace per i nostri nervi e delle nostre ulcere.

Luca Angelini

Le grandi NEVICATE sul nord Italia arrivano così…

Le grandi NEVICATE al nord arrivano così…