Le nubi si diradano ma domenica 11 ancora qualche pioggia su…

Siamo agli sgoccioli e non è un gioco di parole. Le ultime gocce di una lunga fase di maltempo che ormai ha abbandonato quasi tutta l’Italia ancora insistono con uno strascico di piogge su alcuni settori del nord e lungo le coste ioniche. Poi arriverà l’alta pressione.

Per ora però una goccia di aria fredda con minimo in quota a sud di Malta si sposterà progressivamente verso la Libia riassorbendosi. L’aria fresca in altitudine sarà in grado di determinare ancora dell’instabilità tra il canale di Sicilia, la Sicilia sud-orientale e lo Ionio centro-meridionale. Anche se il grosso dei fenomeni finirà in mare aperto, qualche pioggia potrà interessare le coste ioniche della Sicilia e della Calabria, esaurebdosi comunque del tutto entro fine giornata.

Sul resto del territorio nazionale la pressione tenderà ad aumentare per l’espansione di un promontorio anticiclonico tra l’Algeria e il Mediterraneo sud-occidentale. Tuttavia nel margine settentrionale dell’anticiclone, e quindi tra la Francia Meridionale e il nord Italia, le correnti saranno disposte da sud-ovest e quindi trasporteranno ancora aria piuttosto umida.

Su queste zone il cielo perciò sarà spesso nuvoloso o coperto e potranno verificarsi localmente delle precipitazioni di debole intensità, più probabli, come vediamo nelle rispettive figure (clic per aprirle) sull’area alpina, prealpina (neve a partire da 2.000-2-200 metri), pedemontana e in Liguria.

Sulle restanti zone del Paese tempo asciutto e in gran parte soleggiato, con qualche strato nebbioso al mattino nelle valli del centro.

Luca Angelini

Le nubi si diradano ma domenica 11 ancora qualche pioggia su