21 August 2018

Le possibili (deboli) PIOGGE di giovedì 25 gennaio al nord

A un mese esatto dal Natale molti di noi stanno ancora aspettando la neve in pianura ma anche questa volta il loro desideri non verranno esauditi. La perturbazione atlantica in arrivo nelle prossime ore sarà infarcita difatti di aria nel complesso temperata e di caratteristiche marittime, tale da relegare le nevicate a quote di montagna a partire mediamente da una forbice compresa tra 1.000 e 1.500 metri.

La dinamica della situazione che porterà al cospetto delle nostre regioni settentrionali gli avamposti della perturbazione, che poi transiterà al centro-nord nella giornata di venerdì 26, li abbiamo descritti con dovizia di particolari nel nostro nuovo VIDEO.

Qui abbiamo la possibilità di stringere il dettaglio sul quadro nazionale e confermare che il calo della pressione atmosferica a partire da ovest attiverà un primo richiamo di correnti meridionali le quali, addossandosi dal mare verso l’arco ligure, daranno vita ad un corpo nuvoloso a medio-bassa quota che fin dal mattino porterà le prime piogge da sbarramento orografico in Liguria.

Il tappeto nuvoloso poi riuscendo a superare la barriera appenninica, sfocerà in val Padana dove, scorrendo sopra aria un po’ più fredda, darà luogo a precipitazioni sotto forma di pioggia debole o pioviggine su Piemonte orientale, Lombardia e forse, anche sul Piacentino.

Non sarà però solo il mar Ligure a far da sorgente di umidità, ma anche l’Adriatico. In questo caso alcune piogge potranno manifestarsi sulla Venezia Giulia, risultando comunque sempre di debole intensità. Il quadro grafico di quanto abbiamo descritto, con la relativa probabilità percentuale di pioggia, è rappresentata in figura (click per aprirla).

Luca Angelini

Le possibili (deboli) PIOGGE di giovedì 25 gennaio al nord