19 November 2019

Luglio 2019 altri record di CALDO nel mondo

Temperature globali sono ancora in salita. Le reanalisi relative allo scorso mese di luglio sono perentorie e non lasciano spazio al contraddittorio risultando esse stesse palesi.

Dopo le rianalisi del servizio europeo Copernicus, anche le elaborazioni della NASA hanno indicato una anomalia globale nettamente superiore alle medie. In particolare lo scarto risulta pari a +0.93°C rispetto alla media 1951-1980 e pari a +1.13°C rispetto alla media 1880-1920.

Particolarmente calde rispetto alle medie le aree dell’Alaska, dell’Europa centro-occidentale, del Nord-Africa della Groenlandia nord-occidentale e del Medio Oriente, mentre un’evidente anomalia negativa ha caratterizzato l’area tra la Russia e i Paesi Scandinavi.

Tutto questo avviene in un periodo non più interessato dal fenomeno di El Nino, che solitamente caratterizza i mesi e gli anni record.

Roberto Ingrosso e Luca Angelini

Powered by Siteground