25 April 2019

Lunedì 15 aprile instabile sul medio Adriatico e al sud

La goccia di aria fredda giunta domenica al nord si trasferisce verso le nostre regioni centro-meridionali andando in fase con quel che resta di una vecchia depressione in esaurimento. Il piccolo vortice risucchierà quindi aria fredda con una riflessa ventilazione che nei bassi strati rinforzerà da Grecale e Tramontana e che quindi si accompagnerà ad una diminuzione delle temperature sulle zone interessate dai fenomeni.

Quali saranno?

Marche, Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata, Campania interna, Calabria e Sicilia. Su tutte queste regioni avremo condizioni di nuvolosità piuttosto compatta con elevata probabilità di precipitazioni, che assumeranno carattere nevoso a partire mediamente da 1.500 metri.

La pressione andrà invece aumentando sui versanti occidentali del nostro Paese e alnord, dove pertanto è atteso un graduale miglioramento. Avremo la cessazione delle precipitazioni, cui seguiranno schiarite con apertura del cielo, più ampie e durature su Alpi. Liguria, Toscana, Lazio e Sardegna. su questi settori le temperature sono previste in rialzo nei valori massimi del giorno.

La tendenza per martedì 16 vede il passaggio di nuvolosità legato ad una vecchia perturbazione, ma con eventuali precipitazioni limitate principalmente alle zone montuose (da confermare).

Luca Angelini

Powered by Siteground