Lunedì 22 MALTEMPO sul medio adriatico e al sud

Con puntualità “svizzera” il nucleo di bassa pressione atteso sull’Italia è giunto a destinazione. Si è presentato sulle nostre regioni settentrionali con un furioso rientro di Bora dal Triestino verso la val Padana, dove ha finalmente rimescolato lo strato inerte e inuinato che ristagnava da settimane.

Ora però tutto procede spedito verso sud e il vortice, ormai isolato dalla saccatura madre, si porterà rapidamente sul Tirreno meridionale, da dove dirigerà le operazioni del tempo nella giornata di lunedì 22 ottobre.

Il ventaglio di nubi e piogge legato a questa figura ciclonica interesserà pertanto soprattutto le nostre regioni meridionali, mentre l’effetto sbaramento indotto dalle correnti che lo guidano, e che provengono dai quadranti di nord-est, sarà la causa delle precipitazioni che interesseranno anche le regioni del medio versante adriatico, quindi le Marche, poi anche le zone interne di Lazio e Campania, ma soprattutto l’Abruzzo e il Molise.

A seguito di questa improvvisa irruzione delle correnti fredde, si genereranno contrasti particolarmente vistosi che potranno sfociare in manifestazioni temporalesche sul Tirreno in mare aperto, ma con possibile interessamento anche dello Ionio e delle coste prospicienti, soprattutto quelle della Basilicata.

A tal proposito la Protezione Civile ha emanato il seguente stato di allertamento:

MODERATA CRITICITA’ PER RISCHIO TEMPORALI E RISCHIO IDROGEOLOGICO/ ALLERTA ARANCIONE:
Basilicata: fasce costiere e immediato entroterra (Basi-D, Basi-E2, Basi-A2, Basi-C, Basi-E1).
Molise: Frentani – Sannio – Matese, Litoranea.
Campania: Tusciano e Alto Sele, Piana Sele e Alto Cilento, Tanagro, Basso Cilento, Penisola sorrentino-amalfitana, Monti di Sarno e Monti Picentini, Piana campana, Napoli, Isole e Area vesuviana, Alta Irpinia e Sannio, Alto Volturno e Matese.
Molise: Frentani – Sannio – Matese, Litoranea.
Puglia: Bacini del Lato e del Lenne.

Luca Angelini

Lunedì 22 MALTEMPO sul medio adriatico e al sud