25 November 2020

Lunedì 28 instabile su nord-est, Tirreniche e Sardegna

La perturbazione giunta DOMENICA 27 al centro-nord si porterà verso sud rallentando la sua corsa a causa della formazione di un minimo di pressione sottovento alle nostre regioni settentrionali. Questo determinerà un miglioramento al nord-ovest e (temporaneamente) in Sardegna, mentre il resto dell’Italia vivrà una giornata un po’ più incerta. Segnaliamo le condizioni di sbarramento da nord che porterà nevicate sui versanti esteri delle Alpi con qualche fiocco portato da nord sui settori più prossimi al confine.

In particolare al MATTINO nubi e qualche precipitazione residua su Venezie e Romagna, con qualche spruzzata di neve a partire da 300-400 metri, seguita da passaggio a variabilità con schiarite. Lo stesso accadrà lungo le regioni del versante adriatico, con qualche pioggia al primo mattino sulla Puglia, in attenuazione, poi ampi rasserenamenti. Le precipitazioni risulteranno invece più probabili sulle regioni interne e tirreniche, specie in Calabria, con quota neve tra 600 e 800 metri, ma fino a 1.200 metri al sud.

Nel POMERIGGIO ancora variabilità sul Triveneto e al sud. Peggiora in Sardegna con rovesci, vento forte (Maestrale) e nevicate a partire da 700-800 metri.

VENTO e MARE: tra moderati e forti, da nord-ovest in quota sulle Alpi, al centro e sulle Isole Maggiori, tra ovest e sud-ovest su val Padana e al sud. Mari molto mossi, anche agitati i bacini circostanti le Isole e il Tirreno meridionale.

TEMPERATURE: in diminuzione su gran parte dell’Italia, ad eccezione forse dell’area padana nel caso di temporanea ricaduta favonica.

Luca Angelini