Lunedì 5 giugno, le zone dove potremo avere piogge e anche temporali

Una saccatura collegata al vortice d’Islanda si spinge sino all’Europa occidentale ponendo il suo vertice in prossimità delle coste algerine. La pressione esercitata da due figure anticicloniche che la cingono sia ad est che ad ovest determina un assottigliamento di tutta la struttura che nella giornata di lunedì staccherà un minimo isolato di aria fredda in quota sul Canale di Sardegna. Il piccolo cut-off poi nella giornata di  martedì 6 transiterà sulla Sicilia.

Questa, come detto,  la situazione in quota. Nei bassi strati il transito dell’asse di saccatura è evidenziato dal transito di un corpo nuvoloso frontale preceduto da un flusso caldo-umido che instabilizza l’atmosfera soprattutto sul nord Italia e a ridosso dei settori montuosi in genere.

Per questi motivi nella giornata di lunedì potremo aspettarci fenomeni temporaleschi sulle nostre regioni settentrionali, più probabili e frequenti su Piemonte, Alpi e Prealpi. Focolai temporaleschi, per quanto più isolati, potranno comunque innescarsi nel corso della giornata anche sulle aree padane (soprattutto quelle poste a nord del fiume Po) e, localmente, nelle zone interne poste lungo l’intera dorsale appenninica. La presenza di aria fredda in quota, inserita entro il piccolo cut-off sopra descritto, potrà determinare qualche temporale anche sulla Sardegna.

Scendendo un po’ nel particolare, le ultimissime elaborazioni numeriche suggeriscono che: sulle aree alpine e prealpine i fenomeni potrebbero essere localmente abbondanti in termini di precipitazioni. Sulle aree padane (entro la bordatura rossa in figura) potrebbero invece manifestarsi episodi grandinigeni e locali fenomeni vorticosi. Altrove fenomeni temporaleschi generici. In ogni caso, laddove si manifesteranno temporali, si avranno temporanei colpi di vento seguiti da un calo delle temperature.

Concludiamo con una nota riferita a martedì 6, che risulterà ancora una giornata instabile al nord e anche sulla Sicilia. Approfondiremo con adeguato editoriale.

Luca Angelini

Lunedì 5 giugno, le zone dove potremo avere piogge e anche temporali