Lunedì VENTO forte e mareggiate su Isole ed estremo sud

Come vi avevo anticipato qualche giorno fa, la costruzione e il relativo approfondimento di un vortice ciclonica sulle acque del Mediterraneo centrale, darà luogo ad un vistoso rinforzo della ventilazione su gran parte dell’Italia. Particolare attenzione andrà posta laddove si sommeranno gli effetti dovuti allo sbalzo della pressione atmosferica (tecnicamente vento di gradiente), anche la forzante orografica (vedi effetto Venturi attraverso la porta francese di Carcassonne) e lo spostamento stesso del minimo (tecnicamente vento isallobarico).

Questo si realizzerà lungo un asse che comprende mare di Sardegna, Canale di Sardegna e Canale di Sicilia. Ovviamente anche le nostre Isole verranno investite da questo vento forte di Maestrale, che potrà raggiungere in mare aperto anche forza 10 (burrasca forte), con raffiche fino a tempesta.

Mari off-limits dunque, a causa dello stato di agitazione estremo che potrà portare alla formazione di onde fino a 7-8 metri lungo il tratto evidenziato in figura. Inevitabili le mareggiate lungo le coste occidentali sarde (Sassarese, Oristanese, Iglesiente, Cagliaritano) e sicule (Trapanese, Palermitano), con parziale interessamento anche di quelle meridionali di quest’ultima regione (Agrigentino e Ragusano). Marosi attesi anche lungo le coste tirreniche della Calabria, pur se con moto ondoso meno esasperato.

Il momento peggiore dovrebbe essere quello corrispondente alle ore centrali della giornata di lunedì. Successivamente si assisterà ad una attenuazione, seppur molto lenta, sia del vento, sia del mare.

Luca Angelini

Lunedì VENTO forte e mareggiate su Isole ed estremo sud