22 October 2020

Maltempo, le immagini di una giornata drammatica

MESSINACome preannunciato è stata una giornata davvero difficile su mezza Italia quella di oggi, mercoledì 5 novembre. L’inserimento della perturbazione atlantica, carica al punto tale da separare una massa d’aria molto mite di origine nord-africana e un blocco di aria più fredda di recente estrazione groenlandese, ha messo in moto quanto di peggio possa riservare un’ondata di maltempo autunnale.

 

Purtroppo non sono mancati episodi alluvionali, come quello occorso a Carrara perCARRARA l’esondazione del torrente Carrone.

Ma la giornata si era aperta con un altro violento nubifragio, quello che già nella notte si era abbattuto su Messina. E sempre la Sicilia è stata protagonista di due episodi tornadici di tutto rispetto.

La potenza degli eventi (classificabile di livello 2 sulla scala Fujita) è stata almeno pari alla densità delle zone attraversate dal cono vorticoso, con danni ingenti. Il video in testa CATANIAall’articolo mostra in tutta la sua drammaticità il passaggio del tornado su Catania.

Altrettanti danni ha apportato un secondo tornado abbattutosi nei pressi di Acireale. Ma tutta la costa ionica è stata oggetto di fenomeni intensi. basti pensare alle mareggiate sospinte da un furioso vento di Scirocco, che ha interessato non solo la fascia costiera sicula ma anche quella calabrese, lucana e pugliese.

 

Salendo verso nord, menzioniamo il fenomeno dell’acqua alta sulla Laguna Veneta, ma anche isetriere pesanti allagamenti occorsi nell’Alessandrino, esattamente sui medesimi comuniinvestiti dalla alluvione dell’ottobre scorso. Rimanendo in Piemonte, ma il discorso vale anche per la Valle d’Aosta, ecco che compare la neve sino a 1600-1800 metri. Notevole il metro di spessore misurato sulle piste da sci di Breuil-Cervinia. E chiudiamo proprio con questa notizia, l’unica forse, positiva nel mare di guai causato dal’ennesimo parossismo meteorologico targato Italia.

Luca Angelini

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.