27 January 2021

MALTEMPO: le indicazioni ufficiali della Protezione Civile

proL’annunciata intensa perturbazione di origine atlantica continuerà a interessare la nostra penisola, apportando una fase di marcato maltempo che estenderà le precipitazioni più intense al nord, anche a carattere nevoso, e localmente al centro; prevista, inoltre, un’intensa ventilazione su gran parte delle regioni, specie quelle centro-meridionali.

AVVISI: l’avviso prevede nevicate diffuse sopra i 700-800 metri su Piemonte, Valle d’Aosta e sul Friuli Venezia Giulia, con apporti al suolo generalmente abbondanti. Previste, inoltre, precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale su Piemonte e Friuli Venezia Giulia, in estensione ad Abruzzo e Molise, specie sui settori occidentali. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, locali grandinate e forti raffiche di vento. L’avviso prevede infine  venti forti orientali, con raffiche fino a burrasca, su Piemonte, Lombardia e Friuli Venezia Giulia; venti forti meridionali, con rinforzi fino a burrasca forte, su Toscana, Marche, Umbria, e su tutte le regioni meridionali, con mareggiate lungo le coste esposte.

LE CRITICITA: sulla base dei fenomeni previsti è stata valutata per domenica 28: Allerta arancione per rischio idraulico diffuso in Veneto sui bacini Po di Venezia-Tartaro; in Emilia, sulle pianura di Bologna e Ferrara, e di Modena e Reggio Emilia; su parte della Toscana meridionale e in Umbria sul bacino del Chiani Paglia.

Allerta arancione ma per rischio idrogeologico localizzato sulla Liguria, sull’Oltrepò pavese in Lombardia e sul Veneto e l’Emilia occidentali, nonché sui restanti settori della Toscana e dell’Umbria.

Allerta gialla, idraulica e idrogeologica, sulla quasi totalità del restante territorio nazionale, isole comprese.

BOLLETTINO METEO DI VIGILANZA NAZIONALE

Precipitazioni:
– diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Valle d’Aosta, Piemonte e Liguria centro-occidentale, con quantitativi cumulati da elevati a molto elevati;
– da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su resto del nord, Toscana, Lazio, Sardegna orientale e settori occidentali di Umbria, Abruzzo e Molise, con quantitativi cumulati moderati, o localmente elevati su Liguria di levante, Appennino emiliano, Trentino, settori montuosi di Veneto e Friuli Venezia Giulia e sul versante costiero di Toscana e Lazio settentrionale;
– da isolate a sparse, localmente anche a carattere di rovescio o breve temporale, sul resto della Penisola, con quantitativi cumulati deboli o puntualmente moderati.
Nevicate: inizialmente al di sopra dei 500-600 m sul Piemonte meridionale ed entroterra del Levante ligure, in rialzo fino agli 800-1000 m, e al di sopra degli 800-1000 m sul Piemonte settentrionale e sui restanti settori alpini e prealpini, in rialzo fino ai 1000-1200 m, con apporti al suolo abbondanti; al di sopra dei 1000-1200 m sull’Appennino settentrionale, in rialzo al di sopra dei 1300-1500 m, con apporti al suolo da moderati a localmente abbondanti.
Visibilità: nessun fenomeno significativo.
Temperature: minime in locale diminuzione sulla Sardegna; minime in locale sensibile aumento sulle regioni meridionali; massime in locale sensibile aumento sulla Pianura Padana, senza variazioni significative altrove.
Venti: di burrasca sud-orientali su tutti i settori tirrenici, ionici e adriatici delle regioni centro-meridionali ed emiliano romagnoli; forti da est/nord-est sui restanti settori adriatici settentrionali e sulla Pianura Padana; di burrasca dai quadranti meridionali lungo la dorsale appenninica, con possibili rinforzi su quella meridionale; forti da nord-nord-est su Liguria e settori costieri toscani.
Mari: da molto mossi ad agitati tutti i bacini, fino a molto agitati l’Adriatico e lo Ionio.

Dipartimento della Protezione Civile Settore Meteo

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.