26 January 2021

MALTEMPO prima fase: mercoledì la SARDEGNA sorvegliata speciale

confluenzeFacciamo seguito alla dettagliata analisi proposta in questo approfondimento, per entrare un po’ più nel dettaglio dei fenomeni previsti. Nella prima fase abbiamo detto che la Sardegna sarebbe stata la regione più direttamente colpita dal maltempo, e le ultimissime elaborazioni numeriche confermano questa prognosi.

Il peggioramento delle condizioni atmosferiche si svilupperà nell’arco della giornata e, dopo una mattina complessivamente instabile, andrà a concentrare l’apice delle piogge e dei temporali soprattutto in serata.

A tal proposito vi invitiamo ad esaminare la mappa dei venti previsti al livello del mare nei dintorni dell’Isola (figura in alto riferita alle ore serali di mercoledì): si può notare che la depressione responsabile del peggioramento aggancerà l’aria fredda che già fluisce dai quadranti nord-orientali con venti di Bora e richiamerà inoltre aria più temperata e umida dai quadranti meridionali con venti di Scirocco. Ebbene, sarà proprio lungo la confluenza tra queste due masse d’aria che si svilupperanno i moti verticali ascendenti più intensi e quindi le piogge più abbondanti, che localmente potranno anche assumere carattere di nubifragio.

piogeLa componente principale dei flussi sarà orientale e quindi ecco che si somma anche una ulteriore forzante, quella orografica, che esalterà ancor più l’intensità delle precipitazioni lungo tutto il versante orientale dell’Isola, dove si potranno raggiungere (e forse anche superare) localmente i 120-140 millimetri dalle 00 alle 24 di mercoledì. L’effetto imbuto indotto dalle Bocche di Bonifacio, potrebbe infine determinare le cumulate piovose maggiori a ridosso della Costa Smeralda e dell’immediato entroterra (tra Olbia e Santa Teresa di Gallura) .

Un ulteriore particolare: la linea di confluenza descritta, nella notte su giovedì, tenderà ad estendersi anche sul Tirreno settentrionale, andando ad interessare con un forte carico di piogge anche l’Arcipelago Toscano, oltre che la Corsica. Precipitazioni di una certa intensità sono attese anche sui settori ionici della Sicilia e del Reggino in Calabria, per effetto di sbarramento orografico contro i venti di Scirocco.

Approfondiremo l’evoluzione delle ore successive nei prossimi aggiornamenti, diramando, se necessario, le allerte ufficiali della Protezione Civile.

Luca Angelini

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.