20 October 2020

Maltempo: a che punto siamo? Sintesi generale aggiornata

domTutto confermato, non si scappa, il maltempo sta mettendo a punto gli ultimi dettaglio poi prenderà la mosse verso l’Italia. Ma andiamo a vedere una prima sintesi cronologica di quello che ci aspetta, un menu senz’altro sostanzioso, quasi indigesto.

Tutto fa capo ad una saccatura polare ben strutturata sul nord dell’Atlantico e, come testimoniano i massimi di vento presenti a monte dell’asse, in fase di rapido approfondimento e successiva amplificazione lungo i meridiani. Il vertice raggiungerà l’Algeria  domani (lunedì 3) e, subendo una sorta di scissione per motivi orografici all’altezza dei Pirenei, darà vita ad un secondo minimo su nostri mari di ponente.

Entro questa struttura vanno incernierandosi diverse perturbazioni: una prima sta andando in frontolisi (dissoluzione) proprio in queste ore (domenica, vedi figura in alto) sui cieli francesi e portoghesi a causa della resistenza opposta dall’alta pressione.

lunUna seconda subentrerà dall’Atlantico e nella giornata di lunedì 3 (vedi figura a fianco), riuscirà a far progressi verso levante quel tanto da mettere in moto le prime correnti sciroccali e i relativi disturbi prefrontali sulle regioni di nord-ovest, dove dunque partiranno le prime piogge, localmente anche intense in Liguria.

Ma ecco tra martedì 4 e mercoledì 5 farsi sotto una terza perturbazione, la più intensa, perchè avrà il compito di separare l’aria mite africana con quella ben più fredda canadese.  Essa farà sentire i suoi effetti su gran parte del nord, centrali tirreniche e Isole Maggiori. I fenomeni associati, piogge abbondanti e anche temporalesche lungo le coste, saranno quelli più temuti di questa prima parte di peggioramento. Perchè, ci sarà anche una seconda parte? Certamente.

Una quarta perturbazione, in iniziale sviluppo in aria fredda (vedi ultima figura in basso), finirà per spingere il minimo di pressione secondario dal mare di Sardegna verso il basso Tirreno. Siamo tra giovedì 6 e venerdì 7 , quando ci aspettiamo un forte peggioramento su tutto il meridione. Altra passata di piogge abbondanti, forti temporali, con particolare riferimento all’asse ionico, con Sicilia e Calabria in prima fila.

merCon il successivo fine settimana, un temporaneo allentamento della morsa del vortice, darà luogo ad una estensione dei fenomeni ancora verso nord e centro, seppur con alternanza anche di momenti più tranquilli. Avremo comunque tempo per riparlarne.

A questa sintesi sinottica seguiranno aggiornamenti più dettagliati del maltempo atteso settore per settore. Seguite costantemente i nostri prossimi articoli.

 Luca Angelini

 

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.