MALTEMPO, quando finirà (per qualcuno) e quando arriverà (per qualcun altro)?

Non è una novità il fatto che il tempo in Italia difficilmente accontenta tutti. Questo naturalmente sia perchè abbiamo gusti diversi – e per fortuna che è così altrimenti saremmo dei robot – sia perchè l’estensione e la posizione geografica del nostro splendido Paese certamente sfavorisce un andamento omogeneo delle correnti e quindi, di conseguenza, anche del tempo meteorologico. A questo si vanno sommando negli ultimi anni gli effetti legati ai cosiddetti “regimi di persistenza“, ovvero quelle circostanze derivanti da anomalie che un tempo risultavano passeggere e ora invece tendono a dilungarsi nel tempo, conseguenza del mutamento climatico in atto, il quale si ripercuote soprattutto sugli schemi meteorologici di circolazione.

Tutto questo è confermato proprio dall’andamento di questo inverno, dapprima trascorso sotto la persistenza di correnti miti e quasi sempre legate alla presenza di figure anticicloniche subtropicali, poi passato dalla parte opposta con l’insistenza delle correnti fredde arrivate dall’Europa dell’est.

In questo calderone di eventi due sono le domande che si pongono all’attenzione, la prima è quella che si leva dalle nostre regioni centro-meridionali e che vorrebbe conoscere quando finirà il maltempo, quando smetterà di nevicare in Appennino, quando cesserà il vento freddo da est. La seconda è quella che si leva dalle nostre regioni settentrionali, dove ci si chiede l’esatto opposto, ovvero, quando arriverà un po’ d’acqua, quando arriverà un po’ di neve?

Per la fine del maltempo al centro-sud, a parte una breve pausa tra giovedì e venerdì, dovremo attendere la prossima settimana, pur non facendo ugualmente troppo affidamento visto che le condizioni meteorologiche, pur diventando decisamente più miti, potranno rimanere ancora sul variabile.

Per l’inizio del maltempo al nord, a parte un breve intermezzo con qualche nevicata sparsa tra domenica 22 e lunedì 23, non si vedono vie d’uscita, ossia non vi sono al momento segnali coerenti che ci consentano di ipotizzare un cambiamento sostanziale nello stato del tempo, il quale tornerà soleggiato e anche meno freddo forse già a partire dal martedì 24. Intanto con la fine del mese si prospetta il ritorno dell’Atlantico, il resto sarà incombenza da passare al mese di febbraio.

Luca Angelini

MALTEMPO, quando finirà (per qualcuno) e quando arriverà (per qualcun altro)?