Martedì 28 dicembre variabilità tra due perturbazioni

Il sistema frontale transitato lunedì 27 sull’Italia lascerà in mattinata il nostro Meridione, seguita da condizioni di generale variabilità con venti a tratti sostenuti cui seguirà una nuova perturbazione destinata all’arco alpino.

MARTEDI 28 DICEMBRE le ultime precipitazioni si attardano in mattinata al sud (soprattutto su Basilicata, Calabria, Sicilia e Salento), seguite da variabilità. Alternanza tra nubi e schiarite altrove, ma già in mattinata le prime nevicate investiranno in quota la Valle d’Aosta e poi tutta la cresta alpina di confine. I venti saranno sostenuti da nord-ovest sulle cime alpine e sulle Isole Maggiori, dove avremo mari molto mossi. Le temperature sono previste in lieve aumento al nord-ovest.

MERCOLEDI 29 DICEMBRE nubi e precipitazioni si addosseranno al versante estero delle Alpi; variabilità con tendenza a schiarite altrove. Venti forti da temperature in aumento.

Luca Angelini