3 August 2020

Martedì 28 marzo qualche pioggia sui versanti ionici, poi gran sole per tutti

Ultimi refoli di aria fresca poi il nulla, o meglio, l’alta pressione, tanto per cambiare.

Martedì 28 marzo questi spifferi freschi, gli ultimi della breve parentesi che ci ha tenuto compagnia nell’arco di una manciata di ore, si risolveranno in un po’ di instabilità sulle regioni ioniche, Salento, Basilicata, Calabria ed est Sicilia, vale a dire annuvolamenti sparsi, talora accompagnati da qualche scroscio di pioggia e da ventilazione ancora attiva dai quadranti settentrionali.

Intanto l’alta pressione rinforza decisa sul resto dell’Italia (e su tutta l’Europa centro-occidentale, dando il via alla nuova gestione del tempo settimanale che, come vi avevo anticipato in questo precedente editoriale, sarà improntato ad una generale stabilità atmosferica accompagnata da un evidente rialzo delle temperature.

Valori al di sopra della norma che si attesteranno al di sopra della norma mediamente fino a 6-7 gradi, quindi valori praticamente da inizio maggio.

Da mettere in conto, con il passare dei giorni, il solito peggioramento della qualità dell’aria che interesserà le nostre grandi città soprattutto nelle prime ore del mattino, salvo poi rimescolarsi con la radiazione solare lasciando spazio al volto soleggiato e mite della primavera.

Tutto questo almeno sino a tutto venerdì 31 marzo, poi nel weekend un parziale cedimento del campo anticiclonico potrebbe riservare lo scherzetto del primo aprile, ma per questo avremo tempo di riparlarne.

Luca Angelini

Martedì 28 marzo qualche pioggia sui versanti ionici, poi gran sole per tutti