26 June 2019

Martedì 8 nuovo peggioramento in giornata su cresta alpina e centro-sud

Inizialmente le precipitazioni interesseranno le aree alpine estere e prossime al confine di Stato, a causa degli avamposti di una perturbazione in arrivo dal nord Europa. Si tratterà di aria polare marittima e pertanto fredda ma non troppo. Questo andrà a favorire al mattino qualche strato nebbioso in val Padana.

Con il passare delle ore l’infiltrazione di questa corrente anche dalla porta francese del Rodano andrà a incentivare il corpo nuvoloso sulle nostre regioni centro-meridionali dove con il passare delle ore, soprattutto tra pomeriggio e sera, avremo precipitazioni sparse un po’ su tutti i settori, Sardegna compresa. Stante le caratteristiche dell’aria la quota neve sarà compresa tra 800 e 1.000 metri, anche fino a 1.200 metri al sud.

La cartina in evidenza (clic per aprirla) ci mostra graficamente la distribuzione e la probabilità delle precipitazioni con relative quote neve.

Il vento si disporrà dai quadranti occidentali, ruotando poi a Maestrale tra pomeriggio e sera sulla Sardegna rinforzando anche notevolmente fino a burrasca.

Mercoledì 9 ulteriormente ventoso su tutta l’Italia con burrasche su tutti il bacino sardo e tirrenico. Calo delle temperature dalla sera.

Luca Angelini