Martedì nord-est e centro sud peninsulare ancora sotto il tiro dei TEMPORALI

Nell’ambito di una situazione che sostiene e rinnova condizioni di instabilità atmosferica generalizzata, anche la giornata di martedì 9 maggio trascorrerà all’insegna di una grande variabilità dal punto di vista delle condizioni meteorologiche. Impulsi successivi di aria fresca in quota transitano lungo il bordo occidentale di un’ampia saccatura il cui asse va spostandosi sempre più verso levante e tendono ad interessare soprattutto le nostre regioni nord-orientali, Emilia Romagna e centro-sud peninsulare.

Su queste zone si attiveranno annuvolamenti anche intensi, talora accompagnati da acquazzoni intermittenti, localmente anche a sfondo temporalesco. I temporali, per quanto non particolarmente intensi nel loro complesso, risulteranno comunque più probabili nelle ore pomeridiane sulle Venezie e nelle zone interne del centro-sud peninsulare.

Friuli Venezia Giulia, basso Veneto, Emilia Romagna, Toscana, Umbria, Marche, Lazio, Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Puglia sono le zone che verranno interessate con maggior probabilità da rovesci temporaleschi, per quanto a carattere sparso e intermittente e con maggior coinvolgimento delle zone interne e montuose. Locali rovesci saranno possibili anche nelle zone interne della Calabria, mentre andando verso sera su Toscana, Umbria e Marche si attiveranno schiarite e un generale miglioramento così come, entro il pomeriggio, anche sull’Emilia Romagna.

Nella giornata di mercoledì 10 maggio il campo progressivo della circolazione spegnerà le condizioni di tempo instabile in favore di una giornata più tranquilla su tutto il Paese, anche se con qualche innocuo passaggio nuvoloso a medio.alta quota.

Luca Angelini

Martedì nord-est e centro sud peninsulare ancora sotto il tiro dei TEMPORALI