26 June 2019

Mercoledì 13 fronte freddo in transito sull’Italia

COMMENTO GENERALE: nell’alveo delle correnti portanti, che rimangono orientate da nord-ovest verso sud-est per l’azione di disturbo operata dall’anticiclone atlantico, una nuova perturbazione attraverserà in giornata tutta l’Italia. L’interferenza dell’arco alpino sarà anche in questo caso evidente e determinante sulla distribuzione di nuvolosità e fenomeni.

Andiamo dunque ad esaminare le previsioni:

Fin dal MATTINO addensamento della nuvolosità sui versanti esteri delle Alpi e sui settori italiani di confine con spruzzate di neve portate da nord fino a quote prossime a 500-700 metri. Velature sul resto del nord, ma tende a rasserenare al nord-ovest per venti di Foehn mentre peggiora con il PASSARE DELLE ORE su Levante ligure, Emilia, Romagna, Toscana, Umbria, Marche e Sardegna, con rovesci, localmente temporaleschi, e nevicate a partire da 800-1000 metri.

In SERATA in fenomeni raggiungeranno anche Lazio e Abruzzo poi si trasferiranno verso il sud, ad eccezione di Salento, Calabria e Sicilia che verranno raggiunte nella successiva NOTTATA.

VENTI forti, dapprima di Libeccio, in rotazione a Maestrale sulle Alpi e in Sardegna; Foehn al nord-ovest. Mari molto mossi o agitati. TEMPERATURE in lieve temporaneo rialzo, cui seguirà una nuova diminuzione dalla sera a partire da nord, centro e Sardegna.

TENDENZA SUCCESSIVA: giovedì 14 instabile al sud e lungo la cresta delle Alpi con ulteriori precipitazioni, più soleggiato altrove ma con temperature ovunque al di sotto della media.

Luca Angelini