20 May 2018

Mercoledì 14 febbraio, le indicazioni ufficiali della Protezione Civile

Pioggia, vento e neve. Ne abbiamo parlato diffusamente nel nostro ultimo VIDEO e ora, che siamo giunti alla resa dei conti, vogliamo completare il discorso inserendo l’estratto ufficiale del Bollettino di Vigilanza Meteo emesso dal Dipartimento della Protezione Civile.

Precipitazioni:
– sparse, anche a carattere di rovescio, sui settori tirrenici della Sicilia centro-orientale, sui settori tirrenici e su quelli ionici settentrionali della Calabria, sulla Basilicata e sulla Puglia meridionale, con quantitativi cumulati puntualmente moderati.
– da isolate a sparse, localmente anche a carattere di rovescio, sui restanti settori di Calabria, Sicilia e Puglia, sulla Campania e sui settori occidentali e settentrionali e zone interne della Sardegna, con quantitativi cumulati deboli.

Nevicate: a quote di fondovalle/pianura nelle ore notturne su Piemonte sud-orientale, Lombardia sud-occidentale, entroterra ligure e settori più occidentali dell’Emilia, in rapido esaurimento entro il primo mattino, con apporti al suolo da deboli a localmente moderati; al di sopra dei 200-400 m dal mattino su Lazio, Abruzzo, zone interne delle Marche meridionali e Molise, in rapido esaurimento nel pomeriggio a partire dal Lazio, con apporti al suolo deboli; al di sopra dei 400-600 m, prevalentemente nella prima parte della giornata, sulla Sardegna, con apporti al suolo da deboli a moderati; al di sopra dei 300-500 m nella seconda parte della giornata su Puglia centro-settentrionale, Campania orientale e Basilicata settentrionale, con apporti al suolo da deboli a moderati; al di sopra dei 600-800 m nella seconda parte della giornata sul resto di Campania e Basilicata, sulla Calabria e sulla Sicilia settentrionale, con apporti al suolo generalmente moderati, fino ad abbondanti sui settori tirrenici di Campania meridionale, Basilicata e Calabria.

Visibilità: nessun fenomeno significativo.

Temperature: minime basse al Centro-Nord e sulle zone interne del Sud.

Venti: forti nord-occidentali sulle isole maggiori, con raffiche di burrasca specie sui settori occidentali e meridionali della Sicilia e sui settori meridionali della Sardegna; localmente forti settentrionali sui settori tirrenici di Toscana, Lazio e Campania; dalla tarda serata forti settentrionali sui settori ionici di Basilicata e Calabria centro-settentrionale e sulla Puglia meridionale, in ulteriore rinforzo nella notte.

Mari: agitati lo Stretto di Sicilia, il Mare e il Canale di Sardegna, il Tirreno meridionale e lo Ionio meridionale; molto mossi il resto dello Ionio, il Tirreno centrale al largo e l’Adriatico meridionale.

Report Luca Angelini