17 August 2019

Mercoledì 15 nuova giornata instabile e fresca su gran parte dell’Italia

Visto che l’anticiclone subtropicale si è elevato fin sulla regione scandinava, l’aria fredda è costretta a prender la via delle media latitudini e a riempire il vuoto rimasto. L’Italia si trova esattamente sulla traiettoria dell’asse depressionario che fa da guida per i vari impulsi di aria fredda e instabile con tutte le conseguenze del caso.

La giornata di MERCOLEDI 15 maggio infatti trascorrerà con tempo moderatamente instabile su gran parte del nostro Paese. Al mattino il nord-ovest si libera rapidamente dal recente impulso freddo e proporrà ampi rasserenamenti, mentre sul resto dell’Italia – Sicilia esclusa dove anche avremo schiarite – insisterà il rotore nuvoloso irregolare legato al vortice ciclonico, appena integrato da un ulteriore nocciolo freddo.

Le precipitazioni, sparse, intermittenti ma a carattere di rovescio o temporale, saranno più probabili su Triveneto, Mantovano, Emilia, Romagna, Lazio e Sardegna. Spruzzate di neve su Alpi e nord Appennino anche fin verso i 1.000 metri, tra 1.200 e 1.500 metri sul tratto centrale e sui monti sardi.

Nel pomeriggio le schiarite guadagnano anche la Lombardia e in parte la Toscana, Rasserena in Sardegna a partire dai settori settentrionali. Nubi sparse ma con fenomeni in attenuazione su Triveneto ed Emilia Romagna, Sul resto dell’Italia, quindi al centro e al sud, nubi e rovesci, anche temporaleschi, e nevicate in montagna tra 1.200 e 1.500 metri.

Ventilazione settentrionale, debole, con locali rinforzi su Alpi, Liguria, Sardegna e dorsale appenninica. Temperature ovunque al di sotto della media. La Protezione Civile declassa ad Arancione lo stato di allertamento in Emilia Romagna per criticità idraulica ed idrogeologica.

Luca Angelini

Powered by Siteground