Mercoledì 24: Foehn e temperature nuovamente su al nord

Sarà un rialzo temporaneo, dovuto alle cause meccaniche e fisiche determinate dalla caduta del vento dalle Alpi. Ma perchè il vento mercoledì 24 ottobre ruzzolerà già dalle creste alpine, scaldandosi e seccando l’aria per effetto Foehn?

Ricordate quando nel nostro ultimo VIDEO avevamo appurato che per tutta la settimana il nostro Paese sarebbe stato investito da correnti settentrionali? Ebbene, il primo impulso è ormai archiviato, il secondo, spinto a forza sui Balcani dall’irruenza dell’anticiclone delle Azzorre in espansione verso il cuore dell’Europa, si porterà dietro questa scia di venti nord-occidentali che, giunti in prossimità dell’arco alpino, saranno costretti a proseguire la loro corsa con l’inevitabile scavalcamento delle montagne.

La compressione dovuta a questo fenomeno, oltre a quella derivante dalla curvatura anticiclonica delle correnti, sarà il motivo che determinerà un netto rialzo delle temperature nella giornata di mercoledì sul versante sud-alpino e su tutta l’area padana. Sarà un rialzo temporaneo (poi da giovedì si tornerà ai valori attuali, in linea con la norma) che potrà spingere i termometri anche oltre i 24-25°C, ma non si escludono locali punte fino a 27-29°C.

Conseguenze positive: nuova benefica ripulita dell’aria dagli inquinanti sul catino padano.

Conseguenze negative: ulteriore prolungamento delle condizioni di secchezza e di mancanza di piogge.

Per quest’ultimo particolare comunque rimane valido quanto vi abbiamo anticipato in questo precedente editoriale.

Luca Angelini

Mercoledì 24: Foehn e temperature nuovamente su al nord