4 December 2020

Le stazioni meteo preferite dagli appassionati

Mercoledì 3 tempo instabile, forte guasto in serata al nord

Il cambiamento del tempo che si è già manifestato con una copertura progressiva di nubi e le prime deboli precipitazioni, entra oggi nel vivo con il transito di una vera e propria perturbazione di origine atlantica. I contrasti che daranno vita a questo corpo nuvoloso saranno molto evidenti, dato che lo stesso sarà inserito entro una saccatura piuttosto spigolosa, che richiamerà davanti a sè aria mite dall’entroterra nord-africano e dietro di sè aria ben più fresca nord-atlantica.

Ecco allora le previsioni:

Al mattino, dopo qualche rovescio notturno, passaggio a variabilità con schiarite sulle Isole Maggiori, in estensione alla Calabria nel corso della giornata. Altrove tempo incerto. Le precipitazioni, in forma intermittente, saranno più probabili e frequenti sull’area alpina, prealpina (quota neve 1.400-1.600 metri) e lungo il versante tirrenico. Tempo in prevalenza asciutto invece sulla pianura Padana e lungo il versante adriatico, con qualche schiarita.

Nel pomeriggio e ancor più in serata e nella notte su giovedì, progressivo peggioramento al nord, con rovesci sempre più frequenti e diffusi – localmente anche temporaleschi – su Alpi, Prealpi (quota neve in calo a 1.200 metri), adiacente fascia pedemontana, Liguria e Versilia. Fenomeni più moderati sulla pianura Padana, scarsi sul basso Piemonte, a tratti anche assenti su Mantovano, est Emilia, Romagna e basso Veneto.

Venti in rinforzo dai quadranti meridionali, mari mossi, con moto ondoso in ulteriore aumento su tutti i nostri bacini. Le temperature sono previste in diminuzione nei valori massimi, ad eccezione delle Isole Maggiori.

Giovedì 4 aprileulteriori precipitazioni, in estensione anche al centro-sud, con ulteriore rinforzo del vento, calo delle temperature e della quota neve in montagna.

Luca Angelini