19 November 2018

Messico: forte terremoto con rischio tsunami, intanto arriva Katia

Sono ore drammatiche per il Messico, già in allerta per l’arrivo dell’uragano Katia, che dovrebbe impattare le coste orientali del Paese proprio oggi, venerdì 8 settembre. La potenza della tempesta è pari alla categoria 1, con venti fino a 140 km/h. La pressione all’interno fa registrare 982hPa, mentre la sua velocità di traslazione è molto lenta, circa 6 km/h.

Fortunatamente, si fa per dire, il landfall, ossia l’ingresso sulla terraferma, corrisponderà ad un rapido decadimento della struttura ciclonica, la quale dovrebbe resistere sino a sabato, salvo poi dissiparsi, lasciando spazio però ad un’altra tragedia, quella del terremoto.

Il sisma, avvenuto venerdì mattina, è stato classificato di magnitudo compresa tra gli 8,1 e gli 8,4 gradi della scala Ritcher, comunque la più potente scossa mai registrata nel Paese. L’epicentro del terremoto si trova sulla costa occidentale del Messico, al confine con il Guatemala. Diramata l’allerta tsunami sulla costa occidentale di Messico, Ecuador, Nicaragua, Panama, Guatemala, Honduras, El Salvador e Costa Rica. Il rischio infatti è che si possa sollevare anche un’onda di tsunami, data la forte sollecitazione dei volumi oceanici.

Purtroppo si contano già tre vittime, di cui due bambini. Vi terremo informati in caso di ulteriori novità.

Report Luca Angelini

Messico: forte terremoto con rischio tsunami, intanto arriva Katia