NEBBIA protagonista nei prossimi giorni sulle pianure del nord

Mentre il sud e le Isole verranno investite da una acuta fase di maltempo, le regioni settentrionali e in parte anche quelle centrali, soprattutto la Toscana, saranno interessate da una circolazione totalmente opposta, caratterizzata dalla presenza di un campo di alta pressione che favorirà un progressivo ristagno di umidità negli strati più bassi dell’atmosfera. Il mancato rimescolamento, dovuto all’impostarsi di condizioni di evidente e tenace inversione termica (e anche dinamica in quota) sarà quindi motivo della formazione di estese formazioni nebbiose e anche del deleterio accumulo di sostanza inquinanti, specie nei grandi centri urbani.

La pianura Padana sarà ovviamente nel mirino di questi “nebbioni”, i quali potranno anche risultare persistenti durante le ore diurne e dissolversi solo parzialmente e temporaneamente in corrispondenza delle isole di calore più vaste, come quelle delle grandi città come Milano. Formazioni nebbiose potranno farsi notare anche nelle valli e nelle bassure del centro, soprattutto in Toscana, regione che risulterà protetta dai venti portanti che in questi giorni proverranno dai quadranti orientali.

Nebbia e inversione termica significano quindi mantenimento di temperature più basse di quelle che si potranno registrare, ad esempio, in quota sui monti (ma anche lungo le coste liguri), dove invece splenderà il sole e il clima sarà decisamente più mite della norma. La situazione descritta persisterà per l’intera settimana e anche a medio termine, non emergono al momento evidenze tali da farci ritenere possibile uno sblocco decisivo della situazione.

In ogni caso terremo sotto stretta osservazione l’evoluzione meteo generale e locale, fornendovi tempestivamente tutte le informazioni necessarie ed eventuali che dovessero mutare lo scenario che vi ho descritto.

Luca Angelini

NEBBIA protagonista nei prossimi giorni sulle pianure del nord