15 December 2018

Nel pomeriggio-sera di sabato possibili TEMPORALI all’estremo sud

Partendo dallo schema generale che abbiamo spiegato nel nostro ultimo VIDEO meteo, passiamo ora a porre l’attenzione su un particolare a piccola scala che potrebbe risultare determinante nello sviluppo di acquazzoni, anche a sfondo temporalesco, sulle nostre estreme regioni meridionali, segnatamente Sicilia, Calabria, Puglia meridionale e Basilicata. La cartina in allegato (clic per aprirla) ci mostra la probabile distribuzione dei fenomeni.

La debole perturbazione giunta venerdì 30 novembre al nord si è spezzata in due parti; quella settentrionale è andata in frontolisi (si è dissolta) al di là delle Alpi, mentre la porzione meridionale è stata riattivata dall’inserimento di aria fredda polare marittima di origine nord-atlantica e genererà un piccolo vortice di bassa pressione sul Tirreno, che poi traslerà rapidamente sul golfo della Sirte in direzione della Libia.

Proprio la presenza di questa figura sarà all’origine di alcuni temporali, principalmente destinati alle zone di mare aperto – prima sul Tirreno meridionale, poi sullo Ionio –  ma con possibile coinvolgimento anche delle regioni sopra menzionate. Saranno soprattutto i versanti ionici quelli più battuti, in particolare quelli della Calabria e il Salento anche se, come evidenzia la Protezione Civile, non dovrebbero manifestarsi particolari criticità.

Luca Angelini

Nel pomeriggio-sera di sabato possibili TEMPORALI all’estremo sud