30 November 2020

Nel weekend potrebbe tornare a fare molto CALDO, ecco dove e perchè

L’escalation delle temperature estive è ormai diventata una normale prassi stagionale. Le ondate di caldo in questo senso, anzichè presentarsi in pochi episodi durante il trimestre estivo, si moltiplicano e si susseguono una dopo l’altra scandendo a ritmo serrato periodi di vero tormento.

Dopo un avvio di settimana tutto sommato gradevole e in linea con la norma, ecco ripresentarsi all’appello come avevamo già anticipato in questo precedente editoriale, la possibilità di una nuova sortita del caldo, quello fastidioso intorno al fine settimana. In questo caso non si tratterà di una risalita “spontanea” del gobbo anticiclonico nord-africano, ma di un passaggio obbligato di risposta dovuto al possibile inserimento di una saccatura nord-atlantica a cavallo della penisola Iberica.

A questo punto però si pone un dilemma: come possiamo notare dalla carta probabilistica multimodello esposta in figura (click per aprirla), le dinamiche della circolazione generale dell’atmosfera potrebbero causare un allungamento meridiano e il successivo distacco di una goccia d’aria fredda sulla verticale della Spagna. In questo modo, per tutto il tempo che si renderà necessario allo smaltimento e al riassorbimento di questa struttura, le correnti sull’Italia andranno a pescare dal deserto algerino (notare la posizione dell’isoipsa di 588 decametri geopotenziali).

Da qui la possibilità che sull’Italia il quadro termico tra venerdì 7 e domenica 9 luglio torni a posizionarsi su valori molto al di sopra della media, anche fino a 5-6 gradi. Stante la possibile impronta della lingua calda citata, pare che le maggiori ingerenze da parte del caldo africano spettino alla Sardegna e, successivamente, anche all’intero versante centro-meridionale tirrenico, tutte zone dove i termometri hanno buone probabilità di spingersi diffusamente oltre i 35-37 gradi.

Per il momento ci fermiamo, con riserva comunque di tornare quanto prima sull’argomento per aggiornare e confermare.

Luca Angelini

Nel weekend potrebbe tornare a fare molto CALDO, ecco dove e perchè