28 November 2020

NEVE al Sud, a che punto siamo?

umberto rossini crotoneseL’aria fredda, partita quattro giorni fa dall’Artico groenlandese, è giunta a destinazione. Lo ha fatto questa notte, utilizzando come esca un vecchio centro di bassa pressione alla deriva del basso Tirreno. Il fronte di irruzione fredda ha, per così dire, “spazzolato” i versanti orientali della Penisola, lasciandosi scappare anche alcuni refoli su Romagna, Umbria e Marche, dove si sono avute locali e brevi nevicate coreografiche sino a bassa quota.

Le fioccate questa mattina si sono portate rapidamente verso meridione, comparendo qua e là persino sulla coste in Puglia, pur senza accumuli. Nevicate a tratti fin sulle coste questa mattina anche in Basilicata, come nel caso di Policoro (Matera). La coda del fronte ha comunque dato i suoi effetti maggiori su Calabria ed est Sicilia. Ora sta lasciando i confini italiani, seguito da un blocco di aria molto fredda che, pescando umidità lungo il suo seppur breve tragitto sull’Adriatico, potrà dar luogo ad ulteriori brevi rovesci nevosi, possibili sin sulle coste lungo l’Adriatico.palmi angelo carbone

L’effetto precipitativo maggiore si avrà comunque nell’entroterra abruzzese, molisano, lucano, nord calabrese, nord siculo e sugli adiacenti settori di confine, specie quelli campani, per via dell’azione diretta dello sbarramento orografico che si opporrà alla ventilazione settentrionale. Nevicate abbondanti sono previste dunque fino alla mattina di domani.

Grazie a voi, cari lettori e amici di facebook, possiamo dare testimonianza di quanto è avvenuto o sta avvenendo, anche per via fondachelli giuseppe visallifotografica. La foto di apertura, senz’altro molto suggestiva, è di Umberto Rossini, che ha immortalato le colline crotonesi imbiancate dalla neve che ha tentato anche di raggiungere la costa.

E ancora la Calabria che fa notizia con la seconda immagine che ritrae la spettacolare nevicata avvenuta a Palmi (Reggio Calabria). Ringraziamo Angelo Carbone per aver condiviso la foto.

La neve ha fatto la sua comparsa anche sull’est della Sicilia, imbiancando abbondantemente l’entroterra messinese, come si evince dall’ultima immagine, riferita a Fondachelli (600m) e scattata da Giuseppe Visalli.

Report Luca Angelini

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.