23 January 2021

NEVE in arrivo: interesserà soprattutto la bassa Padana e parte del centro

Inizia a prendere forma l’episodio che da alcuni giorni vi anticipavamo riguardo le possibili nevicate tra il 9 e l’11 gennaio prossimi. La collocazione più meridionale del minimo di pressione principale, e dunque anche il rispettivo assetto nuvoloso, farà in modo da interessare soprattutto il centro e la bassa Padana.

Sabato 9 inizieranno “le danze” soprattutto sull’Appennino centrale (Umbria, Marche, Lazio e Abruzzo) e sugli apparati montuosi adiacenti che verranno (nuovamente) imbiancati tra 600 e 800 metri. Sabato sera il ventaglio delle precipitazioni risalirà verso nord e andrà ad interessare anche la Toscana, l’entroterra romagnolo (quote neve in discesa nella notte fino a 500-600 metri) e l’Emilia dove i fiocchi potranno scendere dalla fascia pedemontana sino in pianura.

Domenica 10 l’asse delle nevicate – sempre a carattere sparso e intermittente – si dovrebbe attestare sin a quote pianeggianti tra bassa Padana (Emilia, Alessandrino, Lomellina e settori lombardo-veneti lungo l’asta del fiume Po), tra 600 e 800 metri su Toscana, Umbria e Marche, intorno a 800-900 metri su Lazio e Abruzzo.

Lunedì 11 possibili nevicate deboli e intermittenti sino in pianura sull’Emilia, l’entroterra della Romagna e, localmente, al primo mattino, anche sulle zone più interne della Toscana. Limite tra 300 e 500 metri sui restanti settori di questa regione (dove poi rasserenerà), Umbria e Marche, fino a 700-800 metri su Lazio e Abruzzo.

Dunque, abbiamo iniziato ad esaminare i possibili dettagli di questo episodio tuttavia (teniamolo sempre a mente) la previsione esatta delle quote neve è sempre da considerarsi indicativa a causa dei moltissimi fattori che l’influenzano. Seguite quindi i prossimi aggiornamenti per rimanere sempre aggiornati sulle eventuali novità.

Luca Angelini