2 April 2020

NEVE in montagna: arriverà abbondante nel weekend

A questo punto della stagione possiamo ben dirlo: l’inverno 2017/18 si è senz’altro distinto dai precedenti per aver riportato sulle nostre montagne la neve.

Neve abbondante che poi, nelle ultime battute della stagione, grazie anche all’incursione fredda di fine febbraio/inizio marzo, ha potuto anche raggiungere le quote più basse, completando così l’opera di “rinverdimento” delle falde. Si, perchè tutta questa neve tornerà utile poi anche dopo, quando in estate sparirà riempiendo i nostri fiumi e i nostri laghi, scongiurando il rischio di non avere acqua laddove dovessero manifestarsi condizioni di siccità come quelle che abbiamo dovuto sostenere di recente.

Nuova neve in arrivo allora.

Su ALPI e PREALPI tra sabato e domenica ne cadrà tanta, orientativamente tra un minimo di 40-50 centimetri fino ad un massimo di 90-100 centimetri. Il limite delle nevicate sarà però decisamente diverso dall’ultimo episodio perturbato, quello legato all’irruzione fredda polare, e si attesterà tra una quota minima di 1.300-1400 metri ad una massima di 1.600-1.700 metri.

Nevicherà anche lungo gli APPENNINI, anche se a quote abbastanza elevate e comunque comprese tra un minimo di 1.700-1.800 metri e un massimo di 2.000-2.200 metri. La giornata più favorevole sarà quella di domenica, allorquando, oltre all’Appennino settentrionale, verrà interessata anche tutta la fascia centrale dove, alle quote sopra indicate, si avranno depositi al suolo di tutto rispetto.

Luca Angelini

NEVE in montagna: arriverà abbondante nel weekend