8 April 2020

NEVE in pianura, dove potrebbe arrivare nei prossimi giorni?

Addirittura la neve in pianura? Pur dovendo rimarcare il basso indice di affidabilità sull’argomento, non possiamo ignorare quello che (in chiave probabilistica come deve essere quando si parla di ipotesi a 3-4 giorni) inizia a trasparire dalla modellistica numerica.

Dunque, con l’arrivo ormai conclamato dell’aria fredda di origine continentale, non assisteremo al solo drastico calo delle temperature, bensì anche alla possibilità che su alcune zone questo freddo possa dar luogo a nevicate sino a quote davvero basse per la stagione. Quali potrebbero essere queste zone?

Una discreta probabilità di nevicate su aree di pianura se non addirittura costiere (seppur in modo irregolare e intermittente) si prefigura per:

  • MARTEDI 24 marzo su Marche, Abruzzo, Molise e forse anche sul Foggiano.

Successivamente la chiusura di un minimo ciclonico sulle nostre regioni meridionali spingerà il carico freddo a spostarsi verso nord. Per questo

  • MERCOLEDI 25 la probabilità di qualche spruzzata di neve sino a quote collinari o di pianura si sposta dalle Marche verso la pedemontana emiliano-romagnola, oltre che interessare le quote collinari sull’entroterra toscano, specie nell’Aretino e i confini umbri.
  • GIOVEDI 26 inizia a nevicare invece nei fondovalle alpini e prealpini partendo dal Triveneto, dove qualche fiocco potrebbe presentarsi anche in pianura al primo mattino, salvo poi risalire rapidamente di quota su queste regioni e portarsi invece verso le pianure dell’Emilia Romagna e del basso Piemonte, con neve a quote collinari sul resto del nord-ovest.

Bene, per ora si prenda quanto detto come indicazioni di massima. Nei prossimi aggiornamenti saremo certamente più precisi nel confermare o meno il quadro descritto. Importante è che stiate con noi.

Luca Angelini

Powered by Siteground