NOAA: CO2 da record; mai così alta da 4 milioni di anni

L’anidride carbonica atmosferica, misurata presso l’Osservatorio Atmospheric Baseline Mauna Loa, ha raggiunto nel mese di maggio 2022 il picco di 421 parti per milione. Come è emerso dalle ricerche paleoclimatologiche, un tale carico di CO2 non si vedeva da milioni di anni. Gli scienziati dello Scripps Institution of Oceanography, hanno calcolato una media mensile di 420,78 ppm, con un aumento di 1,8 ppm rispetto allo stesso periodo 2021.

I livelli di CO2 ora sono paragonabili a quelli del Pliocene Climatic Optimum, tra 4,1 e 4,5 milioni di anni fa, quando erano prossimi o superiori a 400 ppm. In quel periodo, il livello degli oceani era compreso tra i 5 e i 25 metri in più rispetto ad oggi, abbastanza alto da sommergere molte delle più grandi città moderne del mondo. In quei periodi le temperature erano in media 7 gradi Fahrenheit più alte rispetto ai tempi pre-industriali, e studi paleoclimatologici indicano che grandi foreste occupavano l’odierna tundra artica.

Paradossalmente, l’inerzia atmosferica è minore della rapidità con la quale la CO2 e le temperature stanno aumentando, ed è per questo che, a parità di concentrazioni, non siamo catapultati immediatamente allo stato in cui ci si trovava allora. Dunque la causa precede di molto le conseguenze. Quanto avvenne 4 milioni di anni fa, quando lo stato raggiunto dall’atmosfera seguiva i cicli naturali, fu molto graduale e diede tempo agli ecosistemi di adattarsi, contrariamente a quanto sta avvenendo ora e, soprattutto, a quanto è previsto avvenire nel nostro futuro.

Fonte: NOAA Office of Oceanic and Atmospheric Research

Report Luca Angelini