Nord e Toscana, confermato il MALTEMPO di sabato 6 maggio

Tutto confermato; di ora in ora le elaborazioni numeriche che calcolano lo stato futuro dell’atmosfera sono perentorie e inquadrano sempre più nei particolari la nuova fase di maltempo attesa sulle nostre regioni settentrionali per la giornata di sabato 6 maggio. Una perturbazione intensa, esaltata anche dall’alimentazione molto mite e umida che emerge dal deserto algerino e, attraverso il Mediterraneo occidentale, raggiunge la Francia e, appunto, anche il nord Italia.

Il peggioramento prenderà il via a partire dalla tarda mattinata, dopo un avvio di giornata caratterizzato dalle ultime schiarite, sempre più relegate verso est e inizierà da Piemonte, Valle d’Aosta e Ponente ligure.

Il pomeriggio e la sera di sabato trascorreranno quindi sotto piogge e temporali su tutto il nostro settentrione, con parziale coinvolgimento anche della Toscana, in modo particolare Versilia, Lunigiana e Garfagnana. Qualche acquazzone possibile nel pomeriggio anche nelle zone interne e appenniniche di Umbria, Marche e Lazio. I fenomeni più abbondanti sono attesi lungo l’asse Lombardia-Triveneto più Levante ligure. dove i modelli di simulazione stimano accumuli piovosi medi intorno ai 50 millimetri

Nevicate lungo le Alpi tra 1.600 e 1.800 metri, a partire da 1.800 -1.900 metri lungo la fascia prealpina.

Nel corso della serata attenuazione dei fenomeni su Piemonte, Ponente ligure e bassa Valle d’Aosta. Ventilazione sostenuta, dapprima dai quadranti sud-orientali, in rotazione dai quadranti settentrionali in serata. Mari molto mossi, a tratti anche agitati

Luca Angelini

Nord e Toscana, confermato il MALTEMPO di sabato 6 maggio