19 January 2020

Notte di tempesta al sud, danni e disagi soprattutto in Calabria

E’ stata una notte da incubo per molte zone del nostro meridione e anche in Sardegna, per via di venti tempestosi di Maestrale che hanno battuto mari e coste con rara intensità. In Calabria, Sicilia e in Sardegna sono state rilevate raffiche tra 140 e 170 km/h. La raffica di punta è stata registrata nel Vibonese.

In Sicilia raffiche di vento a 100 chilometri orari hanno sferzato per tutta la notte la provincia di Palermo, costringendo le squadre dei Vigili del Fuoco a numerosi interventi. Nel capoluogo diversi alberi sradicati dalla furia del vento sono finiti sulle auto in sosta. Il Fortunale ha distrutto e divelto il pontile degli aliscafi di Ginostra sull’isola di Stromboli. 4 feriti nel Potentino a Lauria, sempre per il vento forte che ha scoperchiato una tensostruttura scaraventandola contro una palestra al momento affollata.

In Calabria a Gioia Tauro la nave traghetto “Grande Mirafiori” ha rotto gli ormeggi andando alla deriva nel bacino portuale. Sono state necessarie oltre due ore per recuperarla. Interrotti i collegamenti con le Isole minori a causa del vento forza dieci e del moto ondoso estremo; sul mar di Sardegna e sul Tirreno meridionale le onde hanno raggiunto anche gli 8 metri di altezza.

Il vento forte ha creato molti danni anche nelle province di Catanzaro e Crotone, dove sono stati sradicati molti alberi e dove si sono avuti problemi agli impianti dell’illuminazione pubblica, con relativi gravi difficoltà alla circolazione stradale, in particolare tra Sellia Marina, Cropani e Botricello. Grosse difficoltà anche all’aeroporto di Lamezia Terme. A Tropea scuole chiuse per oggi (sabato 14) a causa dello stato di allerta arancione della Protezione Civile.

Notevoli anche gli accumuli di pioggia nelle ultime 24 ore. In particolare l’Arpacal comunica i valori più significativi nelle stazioni di Domanico (124 mm), San Sosti (107 mm), Altilia (106 mm).

Nelle prossime ore è atteso un rapido miglioramento delle condizioni atmosferiche, con cessazione dei fenomeni e attenuazione generale di mare e vento.

Report Luca Angelini

Powered by Siteground