Novembre parte con la prima consistente NEVICATA in quota sulle Alpi

Arriva la prima neve sulle Alpi, e non si tratterà di una spolverata. Le precipitazioni portate da una intensa perturbazione atlantica, attese nel corso della giornata di lunedì 1° novembre, saranno infatti piuttosto consistenti: al di sopra dei 3.000 metri si arriverà (azione eolica permettendo) a spessori fino a 40-50 centimetri, tra i 2.500 e i 3.000 metri tra 25 e 30 centimetri, tra 2.000 e 2.500 metri 15-20 centimetri. Questo accadrà in quanto lo sbalzo di temperatura provocato dallo scontro tra la massa d’aria mite che precederà il sistema frontale e quella fredda che lo seguirà, causerà un vistoso saliscendi dello zero termico e quindi anche del limite delle nevicate. Queste ultime si manifesteranno inizialmente al di sopra dei 2.000-2.200 metri salvo poi scendere nel corso della giornata di lunedì fino a 1.600-1.800 metri, il tutto tenendo però conto che i numerosi microclimi locali potranno fare in modo che queste quote possano temporaneamente discostarsi da quanto indicato e scende anche a quote inferiori. Qui sotto la cronologia degli accumuli.

Luca Angelini