21 October 2020

Nuova ondata di caldo africano confermata: sarà breve ma intensa

Breve ma tosta; ecco in sintesi le caratteristiche dell’ondata di caldo africano che da alcuni giorni andiamo annunciando e che prenderà il via nella giornata di giovedì 21 agosto. La spinta calda, proveniente dall’entroterra algerino, che al momento sta facendo registrare temperature estreme, verrà attivata dal passaggio in Atlantico di una profonda saccatura, la quale evolverà rapidamente verso il nord Europa.

Proprio la rapida evoluzione di quest’ultima figura toglierà comunque presto d’impaccio l’Italia da questa ennesima ingerenza del caldo africano sull’Italia, tanto che tra domenica 24 e lunedì 25 le temperature tenderanno a rientrare gradualmente verso la media del periodo, anche se non mancheranno alcune sacche calde dure a morire, specie sulle nostre regioni meridionali.

La peggio – in termini di temperature massime – l’avrà probabilmente la Sardegna, sorvolata nella giornata di venerdì a 1.500 metri dall’isoterma di +26°C che equivale a picchi anche di oltre 40°C nelle zone dell’entroterra. Valori anche fino a 38-39°C saranno possibili comunque anche nelle zone interne del versante tirrenico, in particolare Lazio e Toscana, oltre che nelle valli umbre. Sabato i picchi di caldo si trasferiranno al sud, leggermente smorzati, ma con valori di picco certamente prossimi a 36-38°C su diverse zone, in particolare Puglia, Basilicata e Sicilia. Da non trascurare anche i 34-35°C umidi della bassa Padana (Emilia-Romagna in particolare), associati ad un indice di disagio fisico certamente elevato.

Luca Angelini

Powered by Siteground